Maldive, mandato di cattura per l’ex presidente

1' di lettura

Un tribunale di Malé ha dato ordine alla polizia di arrestare Mohamed Nasheed, che due giorni fa è stato costretto a dimettersi con un colpo di stato, e l’ex ministro della Difesa. Intanto, nel Paese la situazione resta di caos e tensione

Guarda anche:
Maldive, la polizia occupa la tv, il presidente si dimette

Un tribunale di Male', nelle Maldive, ha spiccato un mandato di arresto nei confronti dell'ex presidente Mohamed Nasheed e dell'ex ministro della Difesa. Lo hanno reso noto alle tv indiane fonti del Partito democratico delle Maldive (Mdp) dello stesso ex capo dello Stato. Non sono chiari però i reati contestati. Da parte sua, l'ex ministro degli Esteri, Ahmed Naseem, ha definito il mandato di arresto "illegale". Polizia e soldati starebbero andando ad arrestare Nasheed, che ha appena incontrato una delegazione del Commonwealth per trovare una soluzione alla crisi politica seguita alle sue dimissioni del 7 febbraio, che Nasheed stesso ha definito un colpo di Stato. Dopo i disordini di mercoledì 8 febbraio, nessuno sa esattamente dove si trovi l’ex presidente.

La famiglia dell'ex presidente delle Maldive Mohamed Nasheeed ha dovuto abbandonare il Paese, dove s'intensificano le violenze seguite al golpe. "Sua moglie e i due bambini sono arrivati", ha detto un portavoce del presidente dello Sri Lanka, Mahinda Rajapakse. Rajapakse, ha aggiunto il portavoce, "è preoccupato per la sicurezza di Nasheed e della sua famiglia". Un segnale dell'aggravamento della tensione e' arrivato da Addu, la seconda città delle Maldive. "Qui", ha detto il sindaco Abdulla Sodig, "èl'anarchia totale. Non esistono più legge né ordine".

Nasheed aveva puntato l'indice contro il suo successore, Mohamed Waheed, indicandolo come l'uomo che avrebbe orchestrato il complotto per defenestrarlo: "Temo che abbia sempre accarezzato l'idea di diventare presidente; e quando l'opportunità si è concretizzata, lui l'ha colta", ha detto ieri, mercoledì 8 febbraio. Più tardi l'ex presidente è stato ferito insieme con altri membri del suo partito e una sua cugina ha raccontato che, negli scontri tra suoi sostenitori e la polizia, lo stesso ex presidente è stato picchiato dagli agenti.

Leggi tutto