Iran, Ahmadinejad in America Latina alla ricerca di consenso

1' di lettura

Mentre sale la tensione internazionale il presidente iraniano ha dato il via a una cinque giorni nel continente sudamericano in cerca di alleanze contro gli Stati Uniti. Prima tappa in Venezuela, con Chavez che accusa gli Usa di voler "dominare il mondo"

Guarda anche:
L'Iran testa missili "in grado di colpire Israele"
Teheran agli Usa: non portate le portaerei nel Golfo Persico

Il presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, è arrivato a Caracas all'inizio di un tour di 5 giorni in America Latina, in un momento di grande tensione con la comunità internazionale per il programma nucleare di Teheran. Il presidente - che è accompagnato da una comitiva di un centinaio di persone, guidata da una folta delegazione di ministri tra i quali il capo della diplomazia, Ali Akbar Salehi - è stato accolto con gli onori militari al suo arrivo all'aeroporto di Caracas dal vicepresidente Elias Jaua. L'incontro con il presidente venezuelano, Hugo Chavez, dà il via a un tour in quattro nazioni dell'incendiario presidente iraniano, tour che coincide con il crescente allarme internazionale per i ripetuti tentativi di Teheran di costruire la bomba atomica. Chavez domenica ha già esplicitamente respinto l'avviso statunitense a evitare stretti rapporti con l'Iran, denunciando il tentativo di Washington di "dominare il mondo". Dopo la tappa in Venezuela, martedì Ahmadinejad sarà in Nicaragua per la cerimonia di insediamento del rieletto presidente Daniel Ortega; e poi a Cuba e in Ecuador.

Leggi tutto