Afghanistan, ferito un altro militare italiano

1' di lettura

L'esplosione dell'ordigno è avvenuta a nord di Bala Murghab. L'uomo, che fa parte del 151esimo Reggimento Sassari, sta bene ed ha informato telefonicamente i propri familiari. VIDEO

SPECIALE AFGHANISTAN
SFOGLIA L'ALBUM FOTOGRAFICO

Leggi anche:
24 ore nella base degli italiani "prigionieri"
L'Afghanistan e le piccole allieve senza volto

Un militare italiano è rimasto "lievemente ferito" dall'esplosione di un ordigno artigianale a nord di Bala Murghab.
Alle 15.05 locali (le 11,35 in Italia) di venerdì 6 gennaio, riferisce il portavoce, colonnello Vincenzo Lauro - "nel corso di un'operazione congiunta con le forze di sicurezza afghane (ANSF), una squadra appiedata della Task Force Nord, su base 151esimo Reggimento 'Sassari', è stata coinvolta dall'esplosione di un ordigno improvvisato (in gergo Ied, Improvised explosive device, ndr) a seguito della quale un soldato italiano e' rimasto lievemente ferito".

L'evento è avvenuto a circa 10 km a nord di Bala Murghab, in un villaggio nei pressi della Cop (Combat out post) "Mono", avamposto nel settore nord dell'area di responsabilità italiana.
"Sul luogo dell'evento - continua il portavoce - sono intervenuti immediatamente i soccorsi che hanno provveduto al trasferimento del militare in elicottero alla Fob (Foward operating base) 'Columbus', sede del 151esimo Reggimento 'Sassari'".
Il militare coinvolto è rimasto sempre cosciente e ha già informato telefonicamente i familiari.

Leggi tutto