Da Gheddafi al Giappone: lo spirito del 2011 secondo Google

Una frame del video di presentazione di "Zeitgeist 2011"
1' di lettura

Come ogni anno il motore di ricerca pubblica "Zeitgeist", la raccolta delle statistiche degli ultimi 12 mesi. Dalle parole più cercate in tutto il mondo alle curiosità sui singoli Paesi. In Italia dominano cronaca nera e sport

Guarda anche
Referendum e Simoncelli: di cosa hanno parlato gli italiani su Facebook

Egitto superstar su Twitter: è l’hashtag più usato del 2011
Facebook e Yahoo: le classifiche 2011

di Alberto Giuffrè

Dicembre, tempo di classifiche. E per gli appassionati del genere, da dieci anni a questa parte, l'appuntamento più atteso è l'uscita di "Zeitgeist" (tradotto: "lo spirito dei tempi"). Così Google ha battezzato lo speciale con cui trasforma in "top ten" le ricerche che miliardi di persone effettuano ogni giorno in tutto il mondo. Una preziosa mole di statistiche che comprende i termini più cercati ma anche le curiosità, come la graduatoria delle paure più diffuse in Rete. Ad accompagnare il tutto c'è un video, Year in Review (guarda in fondo), che in meno di tre minuti ripercorre gli eventi più importanti del 2011 visti attraverso i servizi di Google: da YouTube a Earth fino a Plus, il social network che in realtà stenta ancora a fare breccia tra gli utenti.

La top ten -
A dominare la classifica delle ricerche mondiali in più rapida ascesa c'è la cantante tredicenne Rebecca Black. Un nome che al grande pubblico italiano probabilmente dirà poco ma che ha conquistato soprattutto gli Usa grazie alla canzone "Friday", il cui video ha totalizzato quasi 167 milioni di visualizzazione su YouTube. Nella graduatoria domina il mondo Apple. Con i prodotti mancati come l'iPhone 5 (sesto posto), che alla fine si è presentato sotto forma di iPhone 4s. E con la morte di Steve Jobs (nono posto), che il 5 ottobre, a 56 anni, ha perso la sua battaglia contro il cancro. Tra le dieci ricerche c'è spazio anche per il Giappone, devastato l'11 marzo da un terremoto e da uno tsunami. E per l'intrattenimento con il videogioco di guerra Battlegames 3.

Le classifiche italiane - Lo scenario cambia completamento quando si vanno a guardare le classifiche dei singoli Paesi. Il podio delle ricerche in più rapida ascesa in Italia vede al vertice Marco Simoncelli, il campione la cui morte in pista ha commosso tutto il Paese. Di tutt'altro tono la seconda posizione occupata dal tormentone musicale estivo Danza Kuduro. In linea con le tendenze globali nella posizione più bassa del podio troviamo l'iPhone 5. Ma ad appassionare gli italiani negli ultimi mesi c'è stata anche la politica con i quattro rederendum del 12 e 13 giugno e ci sono gli eventi internazionali, come la morte del dittatore libico Muammar Gheddafi.
Le curiosità, infine. Altre top ten di Zeitgeist infatti consentono di scoprire che le "paure" più cercate dagli italiani sono quella di "sbagliare", "amare" e "vivere". Mentre in tanti, appena svegli, hanno cercato su Google: "ho sognato...donne incinte". O ancora "ho sognato...scarafaggi".

Google news - Melania Rea, Lamberto Sposini, Grande Fratello e Salvatore Parolisi sono invece le prime quattro notizie cercate su Google News. Nella top ten compaiono altre notizie di cronaca (Yara Gambirasio e Sarah Scazzi) e di calcio (Inter e Juventus), ma nessuna di politica o economia.

I dati - "Per compilare gli elenchi Zeitgeist di fine anno 2011 abbiamo studiato l'aggregazione di miliardi di query digitate dagli utenti nelle ricerche Google di quest'anno", spiega il colosso di Mountain View che aggiunge: "ci occupiamo di filtrare lo spam e le query ripetute per sviluppare elenchi che rispecchino al meglio lo spirito dei tempi". Davanti a tutti questi dati rimane un'unica grande domanda: e la privacy? "Tutte le query di ricerca da noi studiate sono anonime - assicura Google - non sono state utilizzate informazioni personali".

Zeitgeist 2011: Year In Review

Leggi tutto