Twitter si rinnova. Gli obiettivi? Semplicità e pubblicità

Il nuovo profilo di @SkyTG24 su Twitter
1' di lettura

Il servizio di microblogging cambia interfaccia. Ora valorizza di più le conversazioni e la scoperta delle notizie. Un modo per attrarre il pubblico di massa ma anche per convincere le grandi compagnie a investire su questo spazio

Guarda anche:
Tutte le notizie su Twitter
Google+, è sfida a Facebook e Google
L’ultimo restyling di Facebook

di Nicola Bruno

Tra @ e #, “mentions” e url abbreviate, Twitter ha sempre fatto fatica ad attirare l’utente medio che non ne sa molto di tecnologia e si trova a suo agio solo con servizi che semplici e intuitivi.
Nonostante negli ultimi mesi sia cresciuto a dismisura, superando i 200 milioni di tweet al giorno e diventando sempre più centrale nell’informazione online, il sito di microblogging è rimasto pur sempre uno strumento in mano a una ristretta minoranza. Bastano i numeri italiani a dimostrarlo: i 2 milioni di utenti iscritti a Twitter rappresentano un decimo degli oltre 20 milioni di membri Facebook, il vero social network per le masse.
E’ per questo che, dopo aver sistemato i tanti problemi tecnologici che affliggevano una piattaforma cresciuta troppo in fretta, ora Twitter si sente pronto per fare il grande salto. A cominciare dal rilascio di una nuova interfaccia, non ancora visibile a tutti gli utenti, che semplifica il modo in cui si interagisce e, secondo molti osservatori, si candida a lanciare la vera sfida a Facebook. Ma anche ad attrarre sempre più inserzionisti pubblicitari, che fino ad ora hanno guardato con sospetto a un servizio 2.0 con molte potenzialità, ma anche caotica e poco usabile.

LE NOVITA’ - Nelle ultime ore sono state aggiornate tutte le interfacce su cui è disponibile Twitter: sia quella via browser, che l’applicazione desktop Tweetdeck e le versioni mobile, iPhone e Android.
Già a partire dalla prima schermata il restyling enfatizza le caratteristiche principali del servizio:
1) Home - Il “muro” con gli ultimi messaggi pubblicati ora ha maggiore centralità e visualizza tutte le interazioni in corso. Migliora la posizione anche per i Trending Topics (gli argomenti più discussi del momento), ora visualizzati in alto a sinistra.
2) Collega - Una sezione in cui si può visualizzare al volo tutte le conversazioni in cui si è coinvolti, i tweet ripubblicati dagli altri utenti e i nuovi follower.
3) Scopri - E’ questa la vera novità della nuova interfaccia: anche all’utente meno esperto del servizio ora viene offerta una panoramica semplice ed intuitiva delle storie più interessanti della giornata, i temi di cui tutti stanno discutendo, gli utenti da seguire divisi per categoria (musica, sport, intrattenimento, etc).



Sempre in ottica di allargare il potenziale di Twitter per l’informazione online, la nuova interfaccia offre un’altra funzionalità importante: il codice per incorporare ogni tweet in qualsiasi pagina web (come si può vedere nell’esempio sotto)


E’ stata semplificata anche l’applicazione per il desktop Tweetdeck, da molti preferita alla versione browser in quanto più sofisticata. Nato come un social-media manager (e cioè un programma in grado di gestire i diversi account di social network a cui siamo iscritti), Tweetdeck è diventato presto lo strumento preferito per accedere a Twitter per moltissimi utenti. Tanto che la scorsa primavera Twitter ha deciso di acquistarlo per 40 milioni di dollari.
Il restyling dell’applicazione non ha comunque riscosso molto successo tra gli affezionati: ora si può usare Tweetdeck solo con per aggiornare i profili Twitter e Facebook (sono stati eliminati LinkedIn, Foursquare e gli altri servizi prima disponibili); è stato cambiato il sistema di notifica, mentre sono scomparse molte opzioni avanzate che prima permettevano di filtrare meglio il flusso ininterrotto di messaggi.
Insomma, sembra che Twitter voglia uniformare quanto più possibile le modalità con cui si accede al servizio, in modo da offrire un’identità più forte e così essere più riconoscibile per gli utenti mainstream.

PAGINE PER I BRAND
- Così come Facebook e Google+, ora anche Twitter mette a disposizione pagine per i brand. E cioè profili personalizzati per le grandi compagnie che possono inserire il proprio banner sotto la testata e spingere in alto un tweet che si ritiene più importante (in modo da valorizzare meglio l’ultima campagna di marketing). Tra le prime corporation a lanciare una “brand page” ci sono Disney-Pixar, Coca-Cola, McDonald’s, JetBlue, Bing e Intel.
Il rapporto di Twitter con gli inserzionisti pubblicitari è stato sempre tormentato: al di là dei “promoted tweets” (e cioè messaggi a pagamento fatti comparire in alto tra i Trending Topics o nei risultati delle ricerche) non veniva offerto molto di più alle grandi compagnie. Che ora invece possono sia personalizzare meglio la propria pagina che comprare gli spazi pubblicitari via web. Ma la vera partita resta un’altra: convincere gli inserzionisti che la nuova interfaccia permette di valorizzare meglio i loro contenuti, raggiungendo il pubblico di riferimento in maniera più veloce e precisa di Google e Facebook.

Leggi tutto