Strauss-Kahn, il video esclusivo e la tesi del complotto

Nella foto un frame del video dell'emittente francese Bfm Tv
1' di lettura

L'emittente francese Bfm Tv trasmette le immagini delle telecamere di sorveglianza del Sofitel, dove il 14 maggio scorso l'ex direttore del FMI è stato accusato di stupro da una cameriera. L’uomo è stato poi prosciolto. LE IMMAGINI

Guarda anche:
Affaire DSK, tutte le foto
Politici e scandali: la fotogallery dei casi più noti

(in fondo all'articolo tutti i video sul caso Strauss-Kahn)

L'emittente francese Bfm Tv ha trasmesso le prime immagini delle telecamere di sorveglianza del Sofitel di New York risalenti allo scorso 14 maggio, giorno dell'arresto di Dominique Strauss-Kahn , accusato di aver molestato sessualmente Nafissatou Diallo , cameriera dell'hotel. ( Dsk è stato poi prosciolto il 23 agosto scorso ). 
Il video di circa 5 minuti mostra gli attimi che vanno dal momento della partenza di Strauss-Kahn dall'albergo all'arrivo della polizia. Si vedono anche le immagini in cui Nafissatou Diallo parla con gli agenti della sicurezza dell'hotel e le controverse 'congratulazioni' che i due agenti si scambiano tra loro .

Guarda il video



La tesi del complotto - Nei giorni scorsi il giornalista investigativo del New York Review of Books , Edward Jay Epstein , dopo aver visionato queste immagini, aveva rilanciato l'ipotesi del complotto contro Strauss-Kahn che era stato accusato di stupro ai danni della cameriera. nel video, infatti, Brian Yearwood, capo dei servizi tecnici del Sofitel, si congratula con enfasi con un altro membro del personale dell'hotel dopo aver ascoltato il racconto della cameriera Nafissatou Diallo, una volta uscita dalla stanza di Strauss-Kahn.

Sofitel nega - Il Sofitel ha poi spiegato che la presunta "gioia" durata 8 secondi dei due dipendenti non era legata all'accaduto e potrebbe riferirsi alla soddisfazione per un risultato sportivo. Secondo quanto si apprende, però, in quelle ore non era in corso alcun avvenimento sportivo.

Il video che ritrae la gioia dei due agenti




Leggi tutto