Usa, il repubblicano Cain si ritira dalle primarie

1' di lettura

La decisione arriva dopo le polemiche sui presunti scandali sessuali. Appoggerà un altro dei candidati che si sfideranno dal mese prossimo per decidere chi sarà l'avversario di Obama

Il candidato repubblicano Herman Cain ha deciso di sospendere la campagna per le presidenziali Usa 2012 a causa delle pressioni politiche e dei media sulla sua famiglia a fronte di "false" accuse di molestie sessuali e di una relazione extraconiugale durata 13 anni.
"Non mi metteranno a tacere e non sto andando via", ha detto l'ex manager di Godfather pizza ai suoi sostenitori riuniti ad Atlanta, in Georgia.

Cain ha quindi precisato che sosterrà un altro candidato, ma al momento non ha indicato alcun nome.
Il mese prossimo in Iowa inizierà il processo per la scelta di un candidato repubblicano alla Casa Bianca per il 2012.
Cain è stato per un breve periodo in testa ai sondaggi, ma la sua stella è calata dopo che diverse donne l'hanno accusato di averle molestate quando era presidente della National Restaurant Association.

Questa settimana un'altra donna, Ginger White, ha raccontato di essere stata la sua amante per 13 anni. Cain ha smentito dicendo che la White è una sua conoscente, da lui aiutata finanziariamente.

Leggi tutto