Italiana uccisa a New York, identificata una persona

1' di lettura

Sviluppi nelle indagini sull'omicidio di Rita Morelli. A rivelarli ai microfoni di SkyTG24 è Giorgio Morelli, giornalista e cugino della vittima: "Se è stato lui ad ucciderla - spiega - adesso ha le ore contate". IL VIDEO

Le autorità di New York hanno identificato la persona con cui è stata vista l'ultima volta Rita Morelli, la 36enne originaria di Pescara, assassinata mercoledì sera (giovedì 24 novembre in Italia) nel suo appartamento di East Harlem a New York (guarda la mappa). A renderlo noto è Giorgio Morelli, corrispondente dagli Usa de Il Giornale e cugino della vittima, nel corso di un collegamento telefonico con SkyTG24 (guarda il video in alto).
"Ora si procederà ai dovuti accertamenti e all'esame del Dna", ha detto. "Se è stato lui ad ucciderla adesso ha le ore contate, se invece non è stato lui, bisognerà ripartire da zero. Comunque - ha concluso - avere identificato questa persona dopo tre giorni è un grande passo avanti".

Rita, 36enne originaria di un paesino vicino Pescara, è stata uccisa con tre coltellate: due al petto e una alla gola. Secondo quanto emerso dall’autopsia, avrebbe cercato di difendersi dal suo aggressore. L’assassino avrebbe cercato di strangolarla prima di colpirla con un coltello. A trovare il corpo senza vita il suo compagno Fernando, 27enne di origine messicane, non appena rientrato da una serata di lavoro nel ristorante in cui lavorava anche Rita. La 36enne abruzzese viveva da cinque anni a New York, dove studiava all'Hunter College e si sarebbe laureata il prossimo anno. E’ la prima italiana in più di 20 anni, secondo quanto dichiarato dalla polizia, che viene uccisa a New York.

Tutti i video sull'omicidio di Rita Morelli

Leggi tutto