Libia, il premier Jibril: "Trovate armi nucleari"

Il primo ministro dimissionario del Cnt Mahmoud Jibril
1' di lettura

Formalmente Gheddafi vi aveva rinunciato nel 2004, riallacciando così i rapporti con l'Occidente. Intanto, finisce alla mezzanotte del 31 ottobre la missione Nato nel Paese, mentre continuano le rappresaglie tra fazioni contrapposte

Guarda anche:
LO SPECIALE MEDITERRANEO

FOTO: La guerra in Libia: tutte le foto - Gheddafi in Italia (album) - Vita e morte di Gheddafi: tutte le foto

APPROFONDIMENTI: Le prove dell'oltraggio su Gheddafi - Gheddafi, la fine di un raìs - Da Ustica a Lockerbie, i segreti sepolti col colonnello - Il video della cattura - 42 anni di potere in Libia: tutte le tappe

(in fondo all'articolo tutti i video sulla morte di Muammar Gheddafi)

Il primo ministro dimissionario del Cnt Mahmoud Jibril ha reso noto che in Libia sono stati trovati ordigni nucleari. Lo riferisce la rete al Arabiya. Formalmente Muammar Gheddafi vi aveva rinunciato nel 2004 riallacciando i rapporti con l'Occidente. Jibril ha aggiunto che entro qualche giorno sarà l'agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (Aiea) dell'Onu a fornire maggiori particolari sugli ordigni trovati.

Nel Paese intanto, termina, allo scadere della mezzanotte di domani la missione Nato, mentre si sta lavorando per organizzare una coalizione di volenterosi una volta che l'Alleanza sarà  partita, ma nel Paese, secondo la denuncia di Human Rights Watch (Hrw), è allarme vendette tra fazioni finora contrapposte con rappresaglie e inevitabili spargimenti di sangue.

La fine di Gheddafi: tutti i video

Leggi tutto