Indignati in marcia per la Robin Hood tax

1' di lettura

Mobilitazione internazionale per chiedere l’istituzione di una tassa su tutte le transazioni finanziarie e gli scambi di valuta. E i presidi permanenti di New York, Francoforte e Londra vanno avanti, nonostante il freddo. VIDEO

Leggi anche:
Indignati, la maschera di V per Vendetta fa ricca la Warner
Indignados, dalla Spagna agli Usa la voce della protesta
Ordinati e rigorosi. Le storie degli Indignati di Londra

Non si ferma la protesta degli indignados, che con una mobilitazione internazionale chiedono l’istituzione di una "Robin Hood tax" su tutte le transazioni finanziarie e gli scambi di valuta. Si tratta della prima vera proposta specifica avanzata dal movimento e nemmeno le temperature rigide e la neve arrivata in anticipo fermano la protesta. Va avanti il presidio newyorchese di Occupy Wall Street a Zuccotti Park, continuano le proteste anche a Londra, con l'accampamento di fronte alla cattedrale di Saint Paul e a Francoforte davanti alla sede Bce.

Leggi tutto