Esplosione in Afghanistan, feriti 5 militari italiani

Una immagine recente delle operazioni dei militari italiani in Afghanistan
1' di lettura

Un ordigno è scoppiato a circa 10 km dalla base di Tobruk, nel distretto di Bala Baluk. Colpito un Lince del reggimento Sassari impegnato in una perlustrazione. Solo traumi leggeri per i soldati coinvolti. LO SPECIALE

SPECIALE AFGHANISTAN
SFOGLIA L'ALBUM FOTOGRAFICO

Leggi: 24 ore nella base degli italiani "prigionieri"
Leggi: L'Afghanistan e le piccole allieve senza volto

(In fondo tutti i video dall'Afghanistan)

Un ordigno è esploso contro un blindato italiano Lince in Afghanistan. Cinque militari sono rimasti lievemente feriti: le loro condizioni non destano preoccupazione.

Il comando italiano ha fatto sapere che, alle 18.30 circa di mercoeldì 26 ottobre, nell'ambito di una operazione di normale controllo del territorio, un Lince della Task Force South, su base 152/o Reggimento Sassari, è stato coinvolto nell'esplosione di un ordigno improvvisato a circa 10 km dalla base di Tobruk, nel distretto di Bala Baluk, provincia di Farah.

I cinque militari hanno riportato leggere ferite da traumi da contusione e shock. Sul luogo dell'incidente è intervenuto immediatamente un team “Iedd” (assetto composto da personale specializzato nel riconoscimento e nella bonifica di ordigni esplosivi) per condurre gli accertamenti di rito per individuare la natura e l'origine dell'esplosione.

Il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, informato dell'accaduto, ha espresso sentimenti di vicinanza ai feriti augurando una loro pronta e completa guarigione.

Leggi tutto