Argentina, Cristina Kirchner trionfa: rieletta presidente

1' di lettura

La candidata del Frente para la Victoria stravince al primo turno contro il socialista Hermes Binner. “Voglio che sia la vittoria di tutti gli argentini” dice. Poi, si rivolge ai giovani che “hanno capito che stiamo lavorando per il loro futuro"

Guarda anche:
Elezioni in Argentina: la sfida a colpi di tweet
I pronostici davano vincente Cristina Kirchner

Cristina Fernandez de Kirchner esce trionfante dalle elezioni e si concede un bagno di folla in Plaza de Mayo, mentre la Casa Rosada brilla nella notte e una folla di giovani osannante l'attende ore per poterle rendere omaggio nella sua nuova veste di presidente rieletta. Con il 75% delle sezioni scrutinate, Fernandez ha il 53%, 36 punti percentuali in più del suo più vicino contendente, il candidato socialista Hermes Binner.

L'opposizione esce a pezzi e mette in guardia rispetto ad una forte concentrazione di potere della candidata del "Frente para la Victoria", sulla scia della valanga di voti ottenuti dall'inquilina della Casa Rosada. Ma lei richiama all'unità e usa parole concilianti, "voglio che questa sia la vittoria di tutti gli argentini perché per questo io lavorerò"', dice Cristina al popolo accorso in piazza con bandiere, tamburi e fuochi d'artificio. Sottolinea di non essere mossa da "alcuna ambizione o interessi personali", ma dalla volontà di "approfondire il progetto per la crescita del Paese" e invita a "mettere da parte le piccole differenze" e impegnarsi per "ricostruire il tessuto sociale e a salvaguardia dei diritti dei più deboli".

E' soprattutto ai giovani che Cristina si rivolge in questo suo intervento "ai giovani che vengono a salutare questo governo con amore, perché hanno capito che stiamo lavorando per il presente, ma soprattutto per il loro futuro". Immancabili infine i riferimenti all'ex presidente Nestor Kirchner, il marito morto il 27 ottobre dello scorso anno, iniziatore del progetto per il Paese.

Leggi tutto