Gheddafi catturato e ucciso, Libia in festa

1' di lettura

A dare l’annuncio il Cnt. Il Colonnello sarebbe stato scovato in una buca e avrebbe gridato: "Non sparate". Nel gruppo di ribelli anche un miliziano di 20 anni. Al Arabiya: ucciso anche il figlio Saif. Obama: "La missione Nato finirà presto". FOTO E VIDEO

Guarda anche:

LO SPECIALE MEDITERRANEO

FOTO
: Gheddafi è morto: le immagini - A Tripoli la gente è in festa - La notizia fa il giro del mondo - La guerra in Libia (album) - Gheddafi in Italia (album) - Gheddafi, da 42 anni al potere - Il covo del Raìs - L'album di famiglia del raìs - Vita e morte di Gheddafi: tutte le foto

APPROFONDIMENTI: Il video della cattura - 42 anni di potere in Libia: tutte le tappe - Gli ultimi istanti del Rais: il racconto di un testimone - Gheddafi: "Morirò da martire nel mio Paese"

(in fondo all'articolo tutti i video sulla morte di Muammar Gheddafi)

Muammar Gheddafi è morto. Lo hanno reso noto giovedì 20 ottobre i ribelli del Consiglio nazionale di transizione libico. Gli insorti avevano conquistato in giornata la città di Sirte, dove il Raìs è nato. Secondo il Cnt il corpo dell'ex Rais sarebbe stato portato a Misurata.
La notizia della cattura è stata rilanciata anche dalle tv Al Jazeera e Al-Arabiya. Le notizie si sono susseguite velocemente: in un primo momento si parlava della cattura di Gheddafi, poco dopo la notizia del grave ferimento, quindi la morte, confermata in ultimo anche da un filmato video che ha fatto il giro del mondo.

La ricostruzione della cattura - Ancora vi è poca chiarezza intorno alla dinamica del blitz che ha portato alla morte di Gheddafi. In base alla versione fornita dal Cnt, Gheddafi sarebbe stato ferito fuori Sirte e portato cadavere a Misurata. Gli insorti riferiscono che il Colonnello è stato catturato in una buca e davanti ai combattenti del Cnt avrebbe urlato: "Non sparate, non sparate!". Il rais, secondo Libya Tv, era dunque ferito ma vivo quando è stato catturato e caricato su un aereo degli insorti verso Misurata.
Secondo l'ambasciatore libico a Roma Abdul Hafed Gaddur, Gheddafi è morto durante il tragitto in ospedale, colpito alle gambe, all'addome e alla testa da una raffica di proiettili sparati dagli insorti.
Le immagini girate con un telefono cellulare, che hanno fatto il giro del mondo, mostrano il Raìs ferito, ancora vivo, nelle mani dei ribelli (guarda il video). Secondo una testimonianza (guarda il video) Gheddafi sarebbe stato malmenato dopo la cattura.

"Nessun ordine di ucciderlo"
- Secondo il primo ministro libico Jibril invece Gheddafi è stato ucciso da un proiettile che lo ha raggiunto alla testa durante una sparatoria tra i sostenitori del rais e le forze del Cnt dopo la cattura. Non si tratta quindi, secondo la sua versione, di una esecuzione. Anche un ufficiale del Cnt precisa che: "Non è stato dato nessun ordine di uccidere Gheddafi" e che il rais "non è stato ucciso intenzionalmente" ma è rimasto vittima di una sparatoria tra i suoi sostenitori e le forze del Cnt.

Un 20enne tra i miliziani - Tra i miliziani che hanno partecipato al blitz anche un  giovane di appena 20 anni. Sarebbe stato lui a scovare Muammar Gheddafi nascosto in una condotta di cemento e sempre lui avrebbe strappato di mano al colonnello la pistola d'oro che aveva con sè (guarda la foto). Quasi sicuramente però non è stato lui ad ucciderlo, come era sembrato in un primo momento.

La Francia: "I nostri caccia hanno fermato il convoglio" - In serata, il ministro
della Difesa di Parigi, Gerard Longuet, ha reso noto che a fermare il convoglio su cui si trovava il colonnello libico Muhamamr Gheddafi poi sarebbero stati dei caccia della Nato francesi. Poi un responsabile Usa ha fatto sapere che. "c'era anche un drone Usa
Predator, oltre ai caccia francesi, nell'attacco".

L'immagine - Fin dai primi momenti ha iniziato a circolare un'immagine del corpo di Gheddafi, sulla cui autenticità all'inizio non esistevano conferme. A proposito della fotografia, il ministro dell'Informazione del Cnt, Mahmoud Shammam, ha detto a Reuters, "è stato ucciso in un attacco da parte dei combattenti. Questo è il fotogramma". Altre immagini molto crude, relative all'uccisione di Gheddafi, sono state diffuse in seguito.

Uccisi i figli Saif e Mutassim
- Con Gheddafi sono stati catturati anche gli esponenti del regime Abdullah al-Senussi e Mohammed Dhu e il figlio Mutassim, che è stato ucciso dai ribelli e di cui la tv libica ha mostrato le immagini (guarda il video). Inoltre il Cnt sarebbe riuscito a catturare anche Moussa Ibrahim, portavoce del regime, più volte dato per morto o arrestato negli scorsi mesi. Dopo essere fuggito, anche il secondogenito di Gheddafi, Saif al-Islam, sarebbe stato catturato e ucciso. Lo riferisce la tv satellitare al-Arabiya, che parla però ancora di "notizie non confermate".

Festa nelle strade
- A Tripoli si spara in aria. Gli esponenti del Consiglio nazionale transitorio (Cnt), che ad agosto hanno preso il controllo della Capitale facendo cadere il regime del Colonnello, sono scesi in strada per manifestare giubilo sulla fine della caccia al dittatore. Proprio per gli spari in aria, il vice ministro dei Trasporti del Cnt ha annunciato che lo spazio aereo libico è stato sospeso per evitare incidenti. "I voli riprenderanno venerdì se la situazione si calmerà" ha dichiarato Faouzi Bettamer. In tanti sono scesi per le strade anche a Misurata.

Berlusconi: "La guerra è finita" - "Sic transit gloria mundi". E' il commento che Silvio Berlusconi avrebbe fatto sulla cattura di Gheddafi durante la riunione del gruppo parlamentare del Pdl, secondo quanto riferito da alcuni presenti. Il premier ha poi  aggiunto: "Ora la guerra è finita", facendolo scrivere anche sul suo profilo Facebook. Secondo Franco Frattini, invece ora in Libia la "prima priorita'" è "creare da subito un esercito nazionale libico fedele ai valori di  libertà e ai valori di democrazia". (GUARDA IL VIDEO)

Obama: "Fine di un doloroso capitolo" - Dal giardino della Casa Bianca anche il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha commentato la cattura di Gheddafi e si è rivolto al popolo libico: "Avete vinto la vostra rivoluzione. Ora uno dei più longevi dittatori non c'è più ed è la fine di un doloroso capitolo". "La missione della Nato in Libia  - ha aggiunto - finirà presto".

Leggi tutto