Nobel per la Pace a tre donne

1' di lettura

Il riconoscimento va alla presidente della Liberia, Ellen Johnson-Sirleaf, alla connazionale Leymah Gbowee e all'attivista yemenita Tawakkul Karman. Un segnale forte a favore della responsabilizzazione delle donne, specie nei Paesi in via di sviluppo

Guarda anche:
Nobel per la Letteratura allo svedese Tomas Transtromer
Nobel per la Chimica a uno scienziato israeliano
Nobel per la Pace, in corsa le blogger della primavera araba
Nobel per la Medicina a tre immunologi. Ma uno è morto

Yemen, la protesta non si fema. LO SPECIALE

Il Premio Nobel per la Pace 2011 è stato assegnato a tre donne: il presidente della Liberia, Ellen Johnson-Sirleaf, la connazionale Leymah Gbowee che lanciò una mobilitazione femminile contro la guerra civile, e l'attivista yemenita per la democrazia Tawakkul Karman, paese negli ultimi mesi in preda a gravi conflitti sociali e politici. Il premio rappresenta, secondo le intenzioni del comitato per il Nobel, un riconoscimento del rafforzamento del ruolo delle donne, in particolare nei paesi in via di sviluppo.
Le tre donne sono state premiate dalla Commissione norvegese per "la loro battaglia non violenta per la sicurezza delle donne e per i diritti delle donne alla
piena partecipazione all'impegno per la costruzione della pace". La Commissione si è augurata che l'assegnazione del premio alle tre esponenti femminili "aiuti a porre fine all'oppressione delle donne, che ancora esiste in molti Paesi, e a realizzare "il grande potenziale" che le donne possono rappresentare per la pace e la democrazia.

Ellen Johnson-Sirleaf - Johnson Sirleaf, 72 anni e prima donna a guidare uno Stato africano, è il "simbolo della nuova Africa". Giunta al potere dopo 14 anni di guerra civile la Sirleaf affronta tra quattro giorni l'impegno delle elezioni per un secondo mandato.

Leymah Gbowee - Meno atteso, invece, il riconoscimento alla connazionale Leymah Gbowee, pacifista e avvocato, che ha mobilizzato le donne africane contro la guerra civile che ha sconvolto per anni la Liberia.

Tawakkul Karman -
Nel trio premiato dalla Commissione di Oslo non manca una
rappresentante della primavera araba (VAI ALLO SPECIALE): si tratta della yemenita Tawakkul Karman, 32 anni, madre di tre figli e 'volto' della protesta yemenita contro il regime di Ali Abdullah Saleh. "Tawakkul - ha spiegato la Commissione - ha svolto un ruolo
primario nella battaglia per la pace e la democrazia in Yemen".
L'attivista si è dichiarata "molto felice" del riconoscimento che ha voluto dedicare "ai giovani della rivoluzione in Yemen e al popolo yemenita". 

Leggi tutto