Nobel per la Chimica a uno scienziato israeliano

1' di lettura

Daniel Shechtman, nato nel 1941 lavora a Tel Aviv. E' stato premiato per la scoperta dei quasicristalli. Una ricerca che fu molto contestata, ma che oggi viene riconosciuta

Guarda anche:
Nobel per la Pace, in corsa le blogger della primavera araba
Nobel per la medicina a tre immunologi. Ma uno è morto

Premio Nobel 2011 per la chimica è andato allo studioso israeliano Daniel Shechtman. Lo ha reso noto l'Accademia Reale delle Scienze dell Svezia.  Shechtman, nato nel 1941 a Tel Aviv e che lavora all'Israel Institute of technology di Haifa, èstato premiato per la scoperta dei quasicristalli.

Nei quasicristalli, si legge nella motivazione dell'Accademia svedesce, "troviamo i mosaici affascinanti del mondo arabo riprodotto a libello degli atomi: schemi regolari che non si ripetono mai. Tuttavia la configurazione dei quasicristalli era considerata impossibile; e Daniel Shechtman ha dovuto combattere una feroce battaglia nei confronti della scienza assodata. Il Premio Nobel per la Chimica 2011 - si legge ancora nel comunicato- ha fondamentalmente alterato il modo in cui la chimica considera la materia solida. I quasicristalli sono stati trovati in alcune forme dell'acciaio, che essi rinforzano come una armatura".

La sua scoperta fu molto "contestata", ha aggiunto il comitato del Nobel, a indicare il fatto che lo studioso israeliano fu costretto a lasciare il suo gruppo di ricerca; ma la sua battaglia alla fine spinse gli scienziati a riconsiderare la loro idea della vera natura della questione". A Shechtman andrà anche un premio pecuniario, 10 milioni di corone svedesi (qualcosa più di 1 milione di euro), che gli verranno consegnati nella cerimonia prevista, come ogni anno, a Stoccolma il 10 dicembre prossimo, data dell'anniversario della morte dell'ideatore del premio, Alfred Nobel.

Leggi tutto