Gino Strada: "Francesco Azzarà presto sarà libero"

1' di lettura

C'è ottimismo per la sorte dell'operatore umanitario di Emergency, rapito in Darfur lo scorso 14 agosto."Siamo molto vicini alla conclusione della vicenda" ha detto il fondatore della ong

Guarda anche:
2009, rapito un medico italiano in Darfur
2010, tre operatori di Emergency arrestati in Afghanistan
In Sudan nasce una nuova nazione

(in fondo al pezzo i video sul rapimento di Francesco Azzarà)

Sarebbe imminente la liberazione di Francesco Azzarà, l'operatore umanitario di Emergency rapito in Sudan lo scorso 14 agosto. Il fondatore della ong Gino Strada è infatti ottimista.  "Ci sono buoni motivi per dire che molto presto potremo riabbracciare Francesco". A suo avviso, "si è lavorato molto bene, sono stati attivati tutti i contatti possibili" e c'è stata tanta solidarietà. "Questo grande movimento di affetto serve. Siamo molto vicini alla conclusione della vicenda", ha affermato. 

Azzarà, più di un mese fa, è stato prelevato a Nyala, capitale del sud Darfur (GUARDA LA MAPPA), mentre si trovava in auto diretto verso l'aeroporto della città. Questa era la sua seconda missione a Nyala come logista del Centro pediatrico aperto in città nel luglio del 2010.

Leggi tutto