Il Papa sulla pedofilia: capisco chi lascia la Chiesa. VIDEO

1' di lettura

Benedetto XVI, in visita in Germania: "Posso comprendere che di fronte a crimini come gli abusi su minori commessi da sacerdoti uno dica: questa non è la mia Chiesa, ma l'allontamento dei fedeli ha molteplici ragioni"

"Posso capire che, di fronte a crimini come gli abusi su minori commessi da sacerdoti, se le vittime sono persone vicine uno dica: questa non è la mia Chiesa, la Chiesa è una forza di umanizzazione e moralizzazione e se loro stessi fanno il contrario io non posso più stare con questa Chiesa".
Cosi, sul volo che lo ha condotto a Berlino, Benedetto XVI ha risposto a una domanda dei giornalisti sull'aumento delle uscite dalla Chiesa cattolica in Germania, anche in relazione allo scandalo pedofilia.

Il Papa ha sottolineato che l'allontanamento dei fedeli dalla Chiesa ha però "molteplici ragioni" e avviene in "un contesto di secolarizzazione della nostra società".
Ha quindi invitato a consigliare che la Chiesa "non è come le altre associazioni umane, non vi si sta solo per coltivare un proprio interesse".

Essa significa, ha proseguito, "essere nella rete del Signore". Una cosa "che tocca il fondamento dell'essere umano".
Ha anche sottolineato l'importanza di "rinnovare la consapevolezza della specificità della Chiesa come popolo di Dio, e così - ha concluso - imparare a sopportare gli scandali e lavorare contro di essi".
Le frasi di Benedetto XVI arrivano il giorno dopo la conclusione della mobilitazione europea lanciata dall'associazione statunitense Snap , la stessa che ha denunciato il Papa all'Aja con l'accusa di aver coperto gli abusi .

L'INTERVENTO DEL PAPA AL PARLAMENTO TEDESCO


Leggi tutto