Libia, Gheddafi sarebbe in fuga verso sud

Un veicolo dei ribelli in Libia
1' di lettura

Un convoglio ha oltrepassato il confine meridionale del paese. A bordo membri dell'entourage dell'ex rais, che starebbe tentando di raggiungere il Burkina Faso, paese che gli ha offerto ospitalità

Guarda anche:
Libia, la sfida sarà costruire la pace
Gheddafi, l'ultimo appello: "Non ci arrendiamo"
Tripoli, viaggio nella cittadella di Gheddafi. REPORTAGE

LO SPECIALE: La guerra in Libia

LE FOTO: I ribelli nella villa del Colonnello - Quando il calcio entra nel cuore della guerra - La battaglia di Tripoli - I bambini e la guerra - La bandiera dei ribelli - I luoghi della battaglia -Le foto di famiglia del raìs - L'album fotografico

(in fondo al pezzo tutti i video sulla Libia)

Muammar Gheddafi sarebbe stato localizzato l'ultima volta mentre si dirigeva verso il confine meridionale della Libia, secondo quanto ha detto a Reuters l'uomo che guida la caccia all'ex leader libico, e fonti di Francia e Niger hanno detto che alcuni veicoli con a bordo uomini delle forze di Gheddafi sarebbero entrati in Niger.

Hisham Buhagiar, che sta coordinando le ricerche per trovare Gheddafi ha rivelato che, sulla base di alcune informazioni, l'ex-leader libico potrebbe essere stato nella zona del villaggio meridionale di Ghwat, circa 300 chilometri a nord del confine col Niger, tre giorni fa. "Non credo sia ancora a Bani Walid. Le ultime indicazioni (dicono) che si trova nella zona di Ghwat. La gente ha visto le auto andare in quella direzione.... Diverse fonti ci confermano che sta cercando di andare a sud, verso il Ciad o il Niger", ha detto Buhagiar in un'intervista oggi.

Fonti militari di Francia e Niger hanno detto che un convoglio composto da 250 veicoli è stato scortato fino alla città di Agadez dall'esercito nigeriano, paese povero ed ex colonia francese. Secondo la fonte militare francese, Gheddafi si potrebbe unire al convoglio, diretto in Burkina Faso, paese che gli ha offerto asilo. Secondo gli Stati Uniti nel convoglio viaggiavano membri dell'entourage di Gheddafi e Washington ha sollecitato il Niger a fermare chiunque possa essere processato per presunti crimini commessi durante le rivolte contro l'ex-Raiss. Il portavoce di Gheddafi Moussa Ibrahim ha detto che non ha lasciato il paese. "E' in Libia. E' al sicuro, sta molto bene, il morale è alto", ha detto a Reuters al telefono da una località sconosciuta.

Leggi tutto