New York: riecco le Torri Gemelle, in realtà aumentata

Foto di Jason Wilson da Flickr
1' di lettura

Un’applicazione per iPhone dà l’illusione che le Twin Towers siano ancora sullo skyline della Grande Mela. Gli utenti possono scattare una foto con il World Trade Center sullo sfondo. Un modo innovativo per ricordare la tragedia di dieci anni fa

Guarda anche:
11 settembre 2001-2011: lo speciale
Album: le foto che rievocano l'attentato

di Nicola Bruno

Mentre a Ground Zero procedono a gran velocità i lavori per il Museo e il Memoriale che saranno inaugurati in occasione del decennale dall’attacco alle Twin Towers, anche la tecnologia prova a ricordare il tragico evento che ha scosso New York l’11 Settembre 2001.

110 Stories è il nome di un’applicazione per iPhone e dispositivi Android che permette agli utenti di scattare una foto con le due torri del World Trade Center ancora sullo sfondo. Basta posizionarsi all’interno di un perimetro di 50 miglia (circa 80 Km), puntare lo smartphone verso Manhattan per vedere comparire le Torri Gemelle sullo skyline.

L’applicazione sfrutta alcune tecnologie di “augmented reality” che permettono di sovrapporre elementi virtuali a quelli che compaiono nella realtà. In questo caso, gli ideatori hanno deciso di fare le cose davvero per bene: la riproduzione “aumentata” delle Twin Towers terrà conto non solo dell’esatta prospettiva geografica in cui si trova l’utente, ma anche dell’orario in cui verrà scattata l’immagine.

Guarda il video



Tutte le foto potranno poi essere condivise sul sito web dell’applicazione attraverso una mappa interattiva. Gli utenti potranno anche aggiungere un messaggio, dando così vita a una sorta di “memoriale virtuale”.

Se c’è chi ha trovato l’iniziativa in parte morbosa, non la pensa così l’ideatore Brian August, che dice di essere “ossessionato da 10 anni” dalla mancanza delle torri. Ad ogni modo l’iniziativa non vuole essere all’insegna della tristezza, quanto una celebrazione di un simbolo della città in cui è cresciuto: “Le Twin Towers hanno avuto una vita propria 30 anni prima dell’11 Settembre - ha spiegato August al New York Times - E questo progetto rievoca buoni sentimenti dentro di me”.

L’applicazione sarà rilasciata gratuitamente prima dell’anniversario del decennale. Intanto 110 Stories ha già suscitato molto interesse online anche per l’innovativo metodo di finanziamento. August ha infatti fatto affidamento su Kickstarter, piattaforma per il finanziamento dal basso (crowd-funding) di progetti creativi. Il budget iniziale di 25.000 dollari è stato raggiunto in pochi giorni, grazie ai contributi di oltre 470 utenti. Ora Brian August pensa già a una fase due del progetto, per trasformare l’idea alla base dell’applicazione in una serie di installazioni artistiche in giro per la Grande Mela.

Leggi tutto