Gheddafi continua a resistere, ma è sempre più solo

Saif al-Islam Gaddafi, Al-Saadi Gaddafi e Muhammad Gaddafi, tre dei figli del leader libico Muammar Gaddafi
1' di lettura

Saif al-Islam, Al-Saadi e Muhammad Gheddafi, tre dei figli del rais, sono stati arrestati. Intanto a Tripoli si combatte vicino alla residenza del Colonnello, ma di lui non c'è traccia. FOTO E VIDEO

Guarda anche:
La battaglia di Tripoli. FOTO
Bengasi è già in festa: LE FOTO
Guerra in Libia: lo speciale di Sky.it
Tutte le foto della guerra in Libia

(in fondo all'articolo tutti i video sulla guerra in Libia)

Tripoli è in mano ai ribelli, il regime è caduto, Gheddafi ha le ore contate. La Libia scende in piazza e festeggia la conquista della capitale per mano degli insorti, la resa dell'esercito del rais e l'arresto di tre dei figli del Colonnello. (GUARDA IL VIDEO DELLA PIAZZA IN FESTA). Intanto, però, è giallo sul rais. Nella notte tra il 21 e il 22 agosto, mentre i ribelli avanzavano in piazza Verde, Muammar Gheddafi ha nuovamente fatto appello ai suoi partigiani perché "ripuliscano" la capitale dai ribelli in un messaggio audio diffuso dalla tv libica. Gli abitanti di Tripoli, ha detto, "devono uscire subito per ripulire la capitale. Non c'è spazio per gli agenti del colonialismo a Tripoli e in Libia".
A Tripoli permangono ancora sacche di resistenza, ma il Colonnello è sempre più solo.
Il primo segnale decisivo di una precipitazione degli eventi, nell'assedio alla capitale libica dai ribelli, anche per il rais, è stata la notizia clamorosa dell'arresto del figlio Sahif al Islam, considerato il suo erede designato. Poi sono stati catturati anche Saadi e Mohammed. Al suo fianco a Tripoli, dopo la morte di Saif Al Arab in un raid della Nato, erano infatti rimasti cinque degli otto figli avuti da due mogli in circa quarant'anni.

Mohammad, catturato domenica 21 agosto dai ribelli, è l'unico figlio avuto dalla prima moglie Fatima. Imprenditore, presidente del Comitato olimpico libico.

Saif Al Islam (39 anni), il cui nome significa la 'spada dell'Islam', era considerato l'erede designato. Laureatosi in Inghilterra, nei giorni della rivolta da paladino dei riformisti libici si è trasformato nell' intransigente braccio destro del padre.

Saadi (38), arrestato il 21 agosto, è invece famoso per le feste e la vita gaudente, oltre che per essere stato un mediocre calciatore che qualche anno fa militò anche in Perugia, Udinese e Sampdoria, collezionando solo panchine e tribune.

Mutassim era considerato come il principale rivale di Saif Al Islam per la successione. Militare, ha guidato il Consiglio di sicurezza nazionale e le guardie presidenziali.

Hannibal, il fumantino, ha picchiato fotografi e poliziotti in Italia mentre nel 2008, in Svizzera, è stato arrestato per maltrattamenti alla servitù. Suo padre reagì scatenando una guerra diplomatica con Berna.

Aisha (35), nota come la 'Claudia Schiffer d'Arabia', è l'unica figlia femmina. Avvocato, membro del collegio difensivo di Saddam Hussein, ha a lungo sostenuto il padre. In passato ha sempre smentito le sue fughe. Sulla sua partenza per Djerba, insieme alla madre Safia, regna invece il silenzio.

Saif Al Arab (29), studente a Monaco di Baviera dove ha collezionato feste e denunce per risse, è morto sotto i bombardamenti di Tripoli, lo scorso 1 maggio.

Khamis (28), il figlio minore, è in prima linea sul fronte contro gli insorti, che lo hanno definito 'il macellaio'. Comanda la 32/esima Brigata e ha combattuto a Misurata. Il 5 agosto il Cnt aveva annunciato la sua morte, poi smentita dal regime di Tripoli. Il giovane è riapparso in tv 5 giorni dopo.

Oltre ai figli biologici, il Rais ha adottato anche due bambini. Hanna restò uccisa nel 1986 sotto i bombardamenti ordinati da Ronald Reagan. Gheddafi si salvò per un soffio, grazie anche all'aiuto del nipotino Milad. Il Rais allora, come gesto simbolico, decise di adottarlo.

Leggi tutto