Londra: ancora scontri e saccheggi. 100 arresti

1' di lettura

Gli incidenti sono cominciati in seguito alle proteste per l'uccisione di un 29enne da parte della polizia. Da Tottenham si sono spostati in diverse zone della città. Più di 200 ragazzi incappucciati hanno assaltato negozi e distrutto vetrine. FOTO, VIDEO

Guarda anche:
Seconda notte di scontri: le foto
Guerriglia a Tottenham: guarda la fotogallery
Londra: ucciso dalla polizia, guerriglia a Tottenham. VIDEO

Ancora una notte di scontri a Londra. Dopo i gravi disordini avvenuti sabato notte nel quartiere di Tottenham, gli incidenti questa notte si sono spostati più a nord nel rione residenziale di Enfield. All'origine degli scontri, l'uccisione di una 29enne di colore da parte della polizia.
Circa 200 giovani, imbacuccati nei cappucci delle felpe, hanno assaltato alcuni negozi nella via centrale del quartiere. Gli agenti della Metropolitan Police hanno bloccato gli accessi all'area dove sono avvenuti gli incidenti. Per le strade si possono ancora vedere vetrine frantumate, bottiglie rotte, ma non sembra che nulla sia stato dato alle fiamme. Altri disordini e saccheggi sono stati segnalati a Oxford Circus, centro, a Islington, nord, e Ponders End.. Dopo la seconda notte di disordini e saccheggi, 100 persone sono state arrestate. 35 gli agenti di polizia rimasti feriti, scrive Bbc: tre di loro sono stati investiti da un'auto mentre tentavano di fare un arresto a Waltham Forest, est.

Leggi tutto