Norvegia, Stoltenberg: "Rivedremo le misure di sicurezza"

Il primo ministro norvegese Jens Stoltenberg
1' di lettura

Dopo le stragi di venerdì scorso, il primo ministro ammette: “L’organizzazione e la capacità della polizia saranno valutate”. Psicosi a Oslo: falso allarme per un bagaglio lasciato incustodito, evacuata la stazione. Cresce il timore di emulazioni

Guarda anche:

LE FOTO: Oslo ferita - L'attentatore - Sangue e paura sui volti - I soccorsi - Prima e dopo: la via dell'attentato - Sparatoria sull’isola di Utoya: la fuga a nuoto - Il premier a Utoya - L'album

I VIDEO

APPROFONDIMENTI: Il giorno del terrore - Anti-islamico e di estrema destra: identikit dell'attentatore - Il racconto dei sopravvissuti - Le prime testimonianze sul web - La sparatoria al meeting dei giovani laburisti - Il massacro annunciato su Internet

(in fondo all'articolo tutti i video sugli attacchi in Norvegia)

Il primo ministro norvegese Jens Stoltenberg si è impegnato a rivedere le misure di sicurezza della Norvegia dopo le stragi di venerdì scorso. Bisogna "prendere in considerazione quanto accaduto e trarne esperienza", ha detto Stoltenberg in un conferenza stampa.
"L'organizzazione e la capacità (della polizia) saranno valutate", ha detto il primo ministro.
Stoltenberg si è detto favorevole a un dibattito sulla sicurezza e ha detto di ritenere che gli attentati di venerdì scorso porteranno i norvegesi a interessarsi di più alla politica: "Credo che il risultato sarà una maggiore partecipazione, una maggiore attività politica".

Intanto è psicosi a Oslo per il timore di emulazioni. Un allarme bomba ha coinvolto mercoledì 27 luglio la stazione per un bagaglio abbandonato su un bus: la polizia non ha però trovato nulla di sospetto. La polizia norvegese sta anche cercando un uomo descritto come psicologicamente instabile e pericoloso. L’uomo secondo gli inquirenti potrebbe emulare l'autore delle stragi di venerdì scorso, anche se non ci sono collegamenti diretti tra il ricercato e Anders Breivik. Il sospetto, tra i 25 e i 30 anni, indossa abiti neri e un cappellino bianco.
Del ricercato, già arrestato in passato, sarebbero state diffuse delle foto segnaletiche e la polizia ha fatto appello al pubblico perché collabori a cercare il sospetto.

Mercoledì sera la polizia norvegese ha anche fatto esplodere un deposito segreto di esplosivi trovato nella fattoria affittata da Anders Behring Breivik."Gli esplosivi sono stati trovati nella fattoria", ha detto il procuratore Trine Dyngeland. La polizia crede che Breivik abbia confezionato la bomba usando principalmente del fertilizzante, che il 32enne norvegese aveva comprato in qualità di agricoltore.

Tutti i video sulle stragi in Norvegia:

Leggi tutto