Oslo, il doppio attentato annunciato su YouTube: IL VIDEO

1' di lettura

Anders Behring Breivik, il 32enne arrestato la strage, aveva pubblicato un filmato on line in cui incitava alla lotta all’Islam e annunciava la strage. Sul web anche un memoriale di 1500 pagine. Pianificava l'attacco dal 2009

Guarda anche:

LE FOTO: Oslo ferita - L'attentatore - Sangue e paura sui volti - I soccorsi - Prima e dopo: la via dell'attentato - Sparatoria sull’isola di Utoya: la fuga a nuoto - Il premier a Utoya - L'album

I VIDEO

APPROFONDIMENTI: Il giorno del terrore - Anti-islamico e di estrema destra: identikit dell'attentatore - Il racconto dei sopravvissuti - Le prime testimonianze sul web - La sparatoria al meeting dei giovani laburisti

(in fondo all'articolo tutti i video sugli attacchi in Norvegia)

Sei ore prima del massacro, l'attentatore di Oslo aveva collocato un video su Youtube invitando ad "abbracciare il martirio". Nel documento, che contiene il piano dettagliato dei devastanti attacchi terroristici, Anders Behring Breivik sostiene che ci sono "momenti in cui è necessaria la crudeltà” e in cui "è meglio uccidere molte persone che non abbastanza". Nel video, in cui Breivik incita alla lotta all'Islam, si vedono immagini in cui il giovane indossa una muta e punta un'arma automatica e illustra nel dettaglio il suoi piano, spiegando che si sarebbe "vestito come un ufficiale di polizia" e che sarà "impressionante vedere le persone attonite".

Il filmato, dal titolo “Knights Templar 2083” (Cavalieri Templari 2083), dura circa 12 minuti. Alcune immagini del video erano state trasferite da Breivik sul suo account Facebook, che ora è stato chiuso. Nel manifesto politico, l'attentatore di Oslo rivela che pianificava gli attentati dal 2009. Su alcuni blog norvegesi è comparso il link a un libro di 1.500 pagine intitolato “2083 - A European declaration of independence” (2083 - Dichiarazione europea d'indipendenza) (GUARDA ALCUNI ESTRATTI). L'autore del volume risulta essere tale Andrew Berwick, che spiega che tale nome non è altro che la versione anglicizzata di Anders Breivik.
Lo stesso libro, secondo quanto rivela il quotidiano di Helsinki Iltalehti (GUARDA LA RASSEGNA STAMPA) era stato inviato lo il giorno dell'attentato ad alcuni politici dell'estrema destra finlandese. Tra i destinatari, la parlamentare di Tampere del partito dei 'Veri finlandesi', Terhi Kiemunki. Il partito dei 'veri finlandesi' nel marzo scorso è balzato al 19% diventando la terza forza politica del Paese. Ha, tra l'altro, una linea politica decisamente antieuropeista.

Leggi tutto