Oslo, chi sono gli jihadisti che hanno rivendicato l'attacco

Un'immagine dell'attentato a Oslo
1' di lettura

Nelle prime ore dopo l'esplosione di una bomba a Oslo un gruppo di estremisti islamici si attribuisce l'attentato. Lo scorso dicembre avevano fatto esplodere due ordigni a Stoccolma. Ma restano molti dubbi

Guarda anche:
Bomba nel centro di Oslo: LE FOTO
Norvegia, sparatoria a un meeting di laburisti
Attentato a Oslo, le testimonianze sul web

(in fondo al pezzo tutti gli aggiornamenti video sugli attacchi alla Norvegia)

Chi si nasconde dietro alla bomba esplosa venerdì pomeriggio a Oslo? Nelle prime ore dopo l'attentato che ha causato diversi morti e feriti, l'unica rivendicazione dell'atto, rilanciata nel forum di estremisti islamici Shmuck, è quella del gruppo Ansar al Jihad al Alami, "i sostenitori della jihad globale.
L'organizzazione, guidata da Abu Suleiman, si era già macchiata, lo scorso dicembre, di un attentato a Stoccolma, costato la vita a una persona, e lo scorso maggio nei vari siti e forum estremistici aveva rilanciato l'invito a nuovi attacchi contro l'America e i paesi della Nato.

Nella rivendicazione pubblicata nelle prime ore dopo l'attentato si parla della volontà di colpire la Norvegia per il suo impegno in Afghanistan e in Libia e per aver ripubblicato le famigerate vignette su Maometto. E si annunciano nuovi attacchi. Ma quanto è affidabile questa rivendicazione? Secondo l'agenzia di stampa Agi lo stesso gruppo jihadista ha smentito di aver organizzato l'attentato. Per sapere la verità bisognerà aspettare ancora del tempo.

Leggi tutto