Serbia: arrestato Goran Hadzic, l'ultimo criminale di guerra

1' di lettura

Il leader serbo-croato accusato di crimini contro l'umanità tra il 1991 e il 1995 era l'ultimo ricercato dal tribunale dell'Aja dopo il fermo di Ratko Mladic. Era latitante dal 2004. Il presidente Tadic: "Chiusa una pagina macabra della nostra storia"

Leggi anche:
Arrestato Ratko Mladic, il boia di Srebrenica

L'ultimo importante latitante serbo per crimini di guerra, Goran Hadzic, leader serbo-croato accusato di crimini contro l'umanità durante la guerra croata del 1991-95, è stato arrestato. Goran Hadzic è stato una figura di rilievo nell'autoproclamata Repubblica Serba di Krajina in Croazia e, dopo l'arresto dell'ex generale Ratko Mladic, era rimasto l'ultimo criminale di guerra serbo ricercato dal tribunale per i crimini di guerra dell'Onu, all'Aja.

Il Tribunale penale internazionale dell'Aja è in attesa di ricevere conferme ufficiali dalle autorità di Belgrado sull'arresto. L'ex capo politico dei serbi di Croazia, in fuga dal 2004, è accusato dal Tpi di genocidio e crimini contro l'umanità per le atrocità commesse durante la guerra fra Serbia e Croazia del 1991-1995, con la secessione della Krajina dopo la proclamazione di indipendenza della Croazia.

Goran Hadzic è stato arrestato stamane nella regione di Fruska Gora, una zona turistica collinare a circa 60 km a nord di Belgrado, nella provincia della Voivodina. Lo ha precisato l'emittente tv B92, che non ha fornito finora ulteriori particolari.

"Abbiamo chiuso una pagina macabra della nostra storia, ora vediamo se i nostri interlocutori europei faranno quello che hanno promesso: ha detto il presideente serbo, Boris Tadic,in riferimento all'ingresso della Serbia nell'Ue.
E i leader delle istituzioni dell'Unione europea hanno salutato l'arresto di Goran Hadzic sottolineando come "un ulteriore importante passo per la Serbia per realizzare le sue prospettive europee e un passo altrettanto cruciale cruciale per la giustizia internazionale". Il presidente della Commissione Ue Josè Manuel Durao Barroso, il presidente stabile Herman van Rompuy e l'alto rappresentante Catherine Ashton si aspettano che Hadzic sia trasferito al Tribunale penale dell'Aja senza ritardi.

Leggi tutto