Obama agli americani: andiamo su Marte

I vulcani di Marte
1' di lettura

Il presidente degli Stati Uniti: "Mi aspetto di vedere lo sbarco entro il 2035. Cominceremo mandando astronauti su un asteroide per la prima volta nella storia". L'8 luglio il lancio dell'ultimo shuttle

Foto spaziali: sfoglia l'album fotografico

Insieme alle congratulazioni per il "lancio perfetto" e gli auguri di buon lavoro all'equipaggio dello Shuttle Atlantis, dal presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è arrivata, "per gli uomini e le donne della Nasa", una nuova missione: "Portare gli americani su Marte".
Il presidente Usa ha rilanciato la scommessa che aveva già fatto nell'aprile del 2010, nel momento in cui decollava l'ultima missione dello Shuttle, lasciando di fatto gli Stati Uniti senza un vettore di trasporto umano orbitale, almeno fino all'arrivo delle prossime futuristiche navette del 'Ccdev2'.

"Questo è l'ultimo volo dello shuttle (guarda il video, ndr) - ha scritto Obama nel messaggio alla Nasa - ma oggi si apre anche una nuova era capace di spingerci verso le autentiche frontiere dell'esplorazione e delle scoperte nello spazio. Daremo impulso a nuovi progressi nella scienza e nella tecnologia. Miglioreremo la conoscenza, la formazione e l'innovazione e la crescita economica. E io ho dato agli uomini e alle donne della Nasa una nuova ambiziosa missione, quella di superare nuovi limiti nell'esplorazione spaziale, fino ad arrivare a mandare degli americani su Marte. So che sono all'altezza della sfida e intendo rimanere a vedere come va a finire".

Per Obama, quindi, dopo l'era dello shuttle comincia un nuovo capitolo della preminenza degli Stati Uniti in campo spaziale. Già nell'aprile del 2010 Obama aveva rassicurato la Nasa sulle intenzioni della sua amministrazione sul programma spaziale.
Dati i costi, si cercheranno altre fonti di finanziamento, aprendo al settore privato, ma "lo sbarco su Marte avverrà e io mi aspetto di vederlo. Entro il 2035", aveva azzardato durante una visita a Cape Canaveral.
Aggiungendo: "Cominceremo mandando astronauti su un asteroide per la prima volta nella storia. Entro la metà del decennio del 2030 credo che potremo mandare esseri umani nell'orbita di Marte e farli ritornare sani e salvi sulla Terra".

Leggi tutto