Batterio, paura in Francia: sei bimbi ricoverati in ospedale

1' di lettura

Secondo le autorità sanitarie l’infezione si sarebbe sviluppata dopo aver mangiato un hamburger acquistato in una catena di discount. Nessuno di loro è in pericolo di vita. Il batterio, un tipo raro dell’E.coli, sarebbe però diverso da quello tedesco

Torna a crescere la paura per il batterio killer. Sei bambini sono stati  ricoverati in ospedale a Lille, in Francia, dopo aver mangiato  hamburger contaminate da un tipo raro di batterio dell'E.coli. Lo hanno riferito le autorità sanitarie, precisando che i sospetti si concentrano su un tipo di carne venduto nei supermercati Lidl.

I bambini ricoverati a Lille per fortuna non sono in pericolo di vita. Hanno un’età che va dai 20 mesi a otto anni e sono provenienti da diverse città della regione, ricoverati poi al Chru di Lille in seguito a episodi di diarrea emorragica. Alcuni di loro sono stati sottoposti a emodialisi.

I batterio E.coli non avrebbe però nulla a che fare con quello responsabile dell'epidemia tedesca, che avrebbe provocato finora 36 morti in Germania e uno in Svezia, secondo i servizi sanitari. "Questa infezione di Escherichia coli non presenta alcun legame con l'epidemia recentemente riscontrata in Germania", ha messo in chiaro l'Ars, come confermato dal ministro della Salute Xavier Bertrand che ha anche sollecitato che vengano svolte delle indagini.

"Spero che venga lanciato al più presto un programma di ricerche, stiamo già lavorando con dei ricercatori francesi, per agire in modo ancor più rapido", ha precisato. "C'è in gioco naturalmente la sicurezza alimentare ma anche l'igiene in un passaggio della catena di produzione, il che significa che potenziamo ancor di più i controlli", ha aggiunto.  Un primo bimbo ha già lasciato l'ospedale di Lille mentre gli altri restano sotto controllo anche se il loro stato di salute non desta preoccupazioni, secondo quanto ha detto l'Ars precisando che tutti i bambini avevano mangiato carne macinata acquistata in un "hard discount" della catena tedesca Lidl.

Intanto sono in corso analisi per determinare con precisione il lotto di carne incriminata. Le analisi in particolare si stanno concentrando su bistecche di carne macinata della marca Steak Country vendute al Lidl. Le autorità sanitarie hanno chiesto al produttore di ritirare questi prodotti mentre ai consumatori viene chiesto di riportarle al punto vendita.
Inoltre, le autorità hanno ricordato che è necessario in generale cucinare bene la carne senza decongelarla per uccidere eventuali batteri. 

Tutti i video sul caso del batterio killer:

Leggi tutto