Deputato americano nei guai: foto porno su Twitter

Il deputato democratico di New York Anthony Weiner
1' di lettura

Anthony Weiner, di New York, ammette in una conferenza stampa di avere inviato immagini scabrose a donne che aveva conosciuto in rete. "Mi sono comportato in modo stupido, ma non di dimetto"

Leggi anche:
Il ministro tedesco che si dimette per aver copiato la tesi
E il suo collega giapponese che esce di scena per aver ricevuto 400 euro da una straniera

Il deputato democratico di New York Anthony Weiner ha ammesso in una conferenza stampa di avere inviato foto porno di se stesso ad una serie di donne che ha conosciuto via Internet.
Weiner aveva finora negato ogni responsabilità affermando che l'invio delle foto era opera di hackers che si erano inseriti nel suo conto Twitter.

Ma dopo Weiner, dopo che altre foto inviate a donne erano emerse, ha ammesso di essere in effetti responsabile dell'invio delle foto alle donne conosciute su Internet. "Mi sono comportato in modo molto stupido. Quello che è accaduto è esclusivamente mia responsabilità. Non intendo puntare il dito contro nessuno. Mi dispiace di avere mentito inizialmente. L'ho fatto perché mi sentivo imbarazzato per quello che ho fatto".
Il deputato ha detto di non avere alcuna intenzione di dimettersi ed ha sottolineato di non avere violato alcuna legge. "Ma non ci sono dubbi che mi sono comportato in modo stupido - ha aggiunto - e mi vergogno per quello che ho fatto". Weiner ha ammesso di avere mentito a sua moglie, ai suoi elettori e ai media negando inizialmente ogni responsabilità nell'invio delle foto.

Il deputato si è sposato un anno fa con la moglie, che lavora al Dipartimento di Stato con Hillary Clinton. Weiner ha ammesso di avere inviato le foto scabrose ad almeno sei donne conosciute negli ultimi tre anni via Internet. Weiner ha sottolineato di non avere mai incontrato personalmente le donne alle quali ha inviato le foto di se stesso (una immagine lo ritraeva in mutande, un'altra a torso nudo).
Il deputato aveva detto inizialmente di essere la vittima innocente di hackers. Weiner ha detto di avere confessato alla moglie solo poche ore prima di avere mentito sulla provenienza delle foto.
Ha inoltre aggiunto di essere molto dispiaciuto per avere mentito in passato alla moglie. Weiner ha sottolineato che tutte le donne con cui era entrato in corrispondenza online erano maggiorenni.

Leggi tutto