Libia: primi attacchi Nato con gli elicotteri da assalto

1' di lettura

Gli obiettivi colpiti nella notte del 3 giugno sono veicoli militari, equipaggiamenti e forze in campo, fa sapere una nota della Alleanza atlantica. All'operazione hanno preso parte gli Apache britannici e i Tigre francesi. LO SPECIALE

Guarda anche:
Guerra in Libia: LO SPECIALE
Guerra in Libia: tutte le immagini
Guerra in Libia: la cronologia


(in fondo all'articolo tutti i video sulla guerra in Libia)

La Nato ha fatto sapere di aver "intensificato la pressione" sul regime libico di Muammar Gheddafi utilizzando per la  prima volta elicotteri da assalto. In una nota l'Alleanza Atlantica  riferisce che gli obiettivi colpiti nella notte sono veicoli militari, equipaggiamenti e forze in campo.

L'impiego di questi mezzi "dimostra  le capacità uniche degli elicotteri d'attacco", ha detto il generale Charles Bouchard, comandante dell'operazione Nato Unified Protector. "Continueremo a utilizzare queste risorse quando e dove necessario -ha aggiunto - utilizzando la stessa precisione, come di tutte le nostre  missioni".

All'operazione hanno preso parte gli Apache britannici, mentre Parigi contribuisce con i Tigre. Gli elicotteri, ha ricordato la Nato nel comunicato, offrono la necessaria "flessibilità" nell'individuare e neutralizzare gli attacchi ai civili.

Leggi tutto