Obama: "Sono americano". E mostra il certificato di nascita

Il certificato di nascita mostrato da Obama
1' di lettura

Per mettere a tacere le polemiche sulla sua nazionalità, il presidente degli Stati Uniti fa vedere il documento che prova che è nato alle Hawaii: "Ora basta, non abbiamo tempo per queste stupidaggini. Sono eleggibile"

GUARDA LE FOTO DEL CERTIFICATO

Stufo delle accuse dei birther – il movimento di quelli che pensano sia nato in Africa -, ha mostrato il certificato di nascita. Per mettere a tacere le male lingue e dimostrare di essere originario delle Hawaii. Così ha fatto mercoledì 27 aprile Barack Obama per "rispondere ai teorici della cospirazione" - ha fatto sapere la Casa Bianca - "secondo i quali il presidente non è nato negli Stati Uniti". "Ho fornito tutte le informazioni circa la mia nascita alle Hawaii", ha detto Obama, dopo che il suo staff ha diffuso la versione lunga del documento. Dunque, Obama è americano ed eleggibile alla Casa Bianca.

"Voglio parlare a tutto il popolo americano: non abbiamo tempo per queste stupidaggini. Ho tante cose migliori da fare, ci sono problemi da affrontare e tante sfide da vincere come Paese", ha raccontato alla stampa il presidente degli Stati Uniti. Nel suo breve intervento, Obama ha ricordato che ormai da anni si parla di questo tema. "Pensavo di avere già chiarito ai tempi della campagna elettorale, nel 2008, pubblicando l'estratto del mio certificato. Tuttavia - ha concluso Obama - ho visto che nelle ultime settimane questo era diventato il tema di maggior rilievo. Così ho fornito informazioni aggiuntive sul fatto che sono nato a Honolulu, nelle Hawaii, il 4 agosto 1961".

Tra i primi a commentare l’episodio, Donald Trump, il miliardario statunitense a un passo dalla candidatura repubblicana per la Casa Bianca. "Spero che il certificato sia autentico. Voglio vederlo di persona. Detto questo, mi chiedo: perché non l'ha mostrato prima? Comunque sono contento perché ora possiamo parlare di tanti problemi seri che affliggono il Paese".

Leggi tutto