Matrimonio tra William e Kate: Londra finisce sotto scorta

1' di lettura

Imponenti le misure di sicurezza per le "nozze del secolo": 5000 ‘bobby’ sorveglieranno la City. La polizia: abbiamo già fermato sei persone per i loro precedenti penali. Il 29 aprile la diretta e lo speciale su SkyTG24, Sky UNO e Sky.it

Guarda anche:
William e Kate, scommettete che...?
Sfoglia l'album reale
Una bufala di matrimonio
Kate Middleton? Più potente delle Olimpiadi

Londra sarà protetta da 5000 'bobby', i tipici poliziotti britannici, nel giorno del Royal Wedding. Lo ha annunciato la polizia della capitale britannica che ha allestito un'operazione di sicurezza senza precedenti per il grande evento reale che vedrà milioni di persone riversarsi nelle strade ad accompagnare la carrozza di Kate e William.
"Sarà un evento sicuro e felice" ha annunciato Christine Jones, responsabile di tutte le operazioni della polizia, spiegando che le forze dell'ordine hanno bandito 60 persone sospette che non potranno circolare quel giorno nella capitale.

Decine di milioni di euro spese per la sicurezza - Sei persone inoltre sono già state fermate per i loro precedenti penali legati a manifestazioni di protesta in modo da evitare derive dello stesso tipo, altri - ha detto la Jones - verranno fermati nei prossimi giorni.
La mega operazione di sicurezza, scattata già due settimane fa con il controllo di tutte le fessure, i tombini e i lampioni di Londra, ha un costo stimato di 20 milioni di sterline; 23 milioni di euro, invece ci vorranno, per rivoltare ogni pietra della città ed evitare il peggio.
Un'operazione, che continuerà meticolosamente fino al D-Day, tutta intorno alla zona del 'tour' reale: Westminster Abbey, Whitehall, lungo il percorso delle Guardie a cavallo, fin alla piazza del Parlamento e e al Mall, che esaminerà ogni piccolo particolare sospetto che possa rovinare la cerimonia dei reali e mettere a rischio gli invitati, tra cui 50 capi di stato e di governo.

Un team di detective-psicologi - Cecchini saranno disposti per tutto il percorso delle carrozze reali sui tetti e saranno strettamente monitorati gli 'stalker' e i fanatici dei reali: per questo Scotland Yard ha addirittura reclutato un team detective-psicologi con lo scopo di selezionare preventivamente quelli che potrebbero creare problemi.
La polizia sta anche valutando il ripristino temporaneo del potere di fermo e perquisizione immediata per bloccare qualsiasi rivolta o disordine, come quelli scoppiati a dicembre per la protesta studentesca che ha aggredito Carlo e Camilla nella loro auto.
Casi di proteste e scontri in occasioni reali si sono susseguiti in passato.

Le precedenti contestazioni - Nel 1999 la regina Elisabetta fu bloccata dall'attivista pro-tibetano Guy Edwards che si fermò davanti alla sua carrozza minacciandola ma fu fermato immediatamente da una sua guardia del corpo.
Nel marzo 1982 un pazzo disoccupato, Michael Fagan, entrò nell'appartamento della regina e si sedette sul suo letto prima di essere arrestato.
Ogni anno a Buckingham Palace arrivano almeno 10mila lettera di persone con problemi di salute mentale che in alcuni casi minacciano i reali, in altri vogliono solo entrare nelle loro grazie.

Il prossimo 29 aprile SkyTG24, Sky Uno e Sky.it seguiranno il matrimonio reale con video, filmati inediti e una diretta no-stop

Leggi tutto