Libia, Gheddafi ricompare in tv. VIDEO

Muammar Gheddadi in auto per le strade di Tripoli
1' di lettura

Una emittente ha trasmesso le immagini del leader libico che a bordo di un’auto sfreccia per le strade di Tripoli. Intanto i ribelli chiedono alla Nato di intensificare gli attacchi contro il Raìs a Misurata. Nuovi bombardamenti sulla Capitale

Guarda anche:
Tutte le foto sulla Libia
Libia, le parole chiave della guerra
Guerra in Libia: LO SPECIALE
Libia, dalle proteste alla guerra: la cronologia interattiva

La tv di stato libica ha  trasmesso immagini del colonnello Muammar Gheddafi per le strade della capitale, Tripoli. Le immagini, che secondo l'emittente si riferiscono a giovedì 14, arrivano dopo che la Nato ha condotto un raid aereo contro Bab al-Aziziya, residenza-bunker del colonnello.
Gheddafi appare in un abito nero mentre spunta dal tettuccio di  una vettura in corsa, alzando le braccia in aria in segno di trionfo.  Alcune decine di cittadini seguono il veicolo o salutano il colonnello con gesti di vittoria dai bordi della strada. Poco prima, la stessa tv di stato aveva riferito che il raid ha fatto alcuni feriti.

Ma intanto la situazione in Libia resta critica. La città di Misurata, intanto, continua ad essere sotto assedio delle forze di Gheddafi e per i ribelli c'è il rischio di un massacro. A Tripoli, invece, sono ripresi i raid Nato.

I ribelli - "A Misurata si rischia il massacro" - Gli insorti libici hanno rivolto un disperato appello alla Nato, chiedendo ai Paesi dell'Alleanza di intensificare gli attacchi contro Gheddafi, altrimenti a Misurata sarà "un massacro". Sulla città libica, sotto assedio da settimane, oltre 80 missili Grad sono stati sparati dalle forze del raìs uccidendo diversi civili. “Ci sarà un massacro se la Nato non interviene con forza", ha detto un portavoce degli antigovernativi, identificatosi come Abdelsalam, in una telefonata all'agenzia di stampa Reuters.

Raid su Tripoli - Gli aerei della Nato, intanto, hanno iniziato raid aerei su Tripoli. Lo ha reso noto il canale televisivo Al-Libiya riportando anche "vittime civili". Testimoni oculari hanno sentito quattro esplosioni e hanno visto fumo nella parte a sudest della città. Una di queste esplosioni è stata registrata proprio vicino al bunker di Gheddafi di Bab al-Aziza. Sono stati udite anche le risposte dei missili di difesa anti-aerea.

Leggi tutto