Migranti, l'altra metà del mare

1' di lettura

In viaggio tra i giovani di Tunisi, delusi dalla Rivoluzione dei Gelsomini, che partono verso l'Italia in cerca di un futuro migliore. Il reportage di SkyTG24

Guarda anche:
Lo speciale Mediterraneo di Sky.it
L'album fotografico: tutti gli scatti sull'emergenza
Rimpatri e permessi: cosa prevede l'accordo italo-tunisino

(guarda in fondo all'articolo tutti i video sull'emergenza immigrazione)

Sono passati quasi tre mesi da quando la Tunisia ha dato il via alle rivolte dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Dal giorno in cui un ambulante, stanco delle angherie della polizia, si diede fuoco, dando inizio alla rivolta il governo del paese è cambiato, passando dal despota Ben Alì al riformista Beji Caid Essebsi. Ma molti tunisini sono delusi dalla questa rivoluzione dei Gelsmonini. I prezzi dei beni alimentari, uno dei motivi della rivolta, continuano a rimanere alti e lavoro non ce n'è.

L'unica cosa che sembra essere cambiata è l'esercito, che ora controlla le strade, lasciando scoperta la costa. Per molti è questa l'occasione per tentare il viaggio verso l'Italia. Un viaggio che per molti è qualcosa che costa la vita, tra imbarcazioni sempre più insicure e scafisti sempre più cinici. Monica Peruzzi è andata alla scoperta di questo mondo, un viaggio tra i disperati che sognano una vita migliore al di là del mare.

Leggi tutto