Giappone, la crisi nucleare potrebbe salire a livello 6

Nella foto un'immagine del 25 marzo della centrale numero 1 di Fukushima
1' di lettura

"Grave incidente". Questa la possibile valutazione della situazione all'impianto di Fukushima. Intanto il governo invita a evacuare l'area di 30km attorno al sito. Oltre 10mila le vittime accertate del terremoto e dello tsunami dell'11 marzo

Guarda anche:
Tsunami Giappone: news, foto e video. Lo speciale
Giappone: il pericolo radiazioni in una mappa
Terremoto in Giappone: tutte le foto
Nucleare: domande e risposte

Continua a destare preoccupazioni la situazione in Giappone. L'Agenzia nipponica per la sicurezza nucleare ha indicato che potrebbe rialzare la valutazione della crisi dell'impianto di Fukushima numero uno a livello 6, anche detto 'grave incidente', il penultimo della scala. Il livello 7 è stato assegnato solo al disastro di Chernobyl.

Il governo ha inoltre disposto l'evacuazione nel raggio di 20 km dalla centrale raccomandando di non uscire di casa, se non necessario, tra i 20 e i 30 km. Su quest'ultima fascia, tuttavia,  il segretario di gabinetto Yukio Edano ha raccontato di aver saputo che la gente "è a corto di provviste". Quasi contestualmente, il ministero della Scienza e della Tecnologia ha fatto sapere che la quantità di radiazioni giornaliere rilevata in un punto a 30 km a nord-ovest da Fukushima ha superato il limite annuale della dose naturale.

E aumenta il bilancio delle vittime  del terremoto e dello tsunami dell'11 marzo. Sono oltre 10mila i morti accertati e oltre 17mila i dispersi.

Leggi tutto