Il nucleare in Europa: l'Italia circondata dalle centrali

1' di lettura

Sono 195 gli impianti atomici del vecchio continente: nei paesi confinanti se ne contano 58 solo in Francia, cinque in Svizzera, uno in Slovenia. In Germania sono 17, in Russia 32 più 11 in costruzione. IL VIDEO

Tsunami Giappone: news, foto e video. Lo speciale
Terremoto in Giappone: tutte le foto
Il video dell'onda anomala

(in fondo al pezzo tutti i video dal Giappone)

Sono 195 le centrali nucleari in Europa, cui si aggiungono 19 centrali in costruzione. Per quanto riguarda i Paesi più vicini all'Italia, in Francia sono 58 le centrali attive, più una in costruzione, 5 quelle in Svizzera e una in Slovenia, mentre se ne contano 8 in Spagna, 7 in Belgio, una in Olanda, 17 in Germania, 19 in Gran Bretagna. Allontanandoci ancora dai nostri confini, si contano 32 centrali in Russia (più altre 11 in costruzione), 15 in Ucraina (e 2 in costruzione) 10 in Svezia, 4 in Finlandia (più una in costruzione), 6 nella Repubblica Ceca, 4 in Slovacchia (più 2 in costruzione), 4 in Ungheria, 2 in Romania, 2 più 2 in costruzione in Bulgaria.

La Francia è prima anche per quanto riguarda la percentuale di energia elettrica prodotta con le centrali nucleari: il nucleare copre il 76,2% del fabbisogno elettrico nazionale. Seguono la Slovacchia con il 54,4%, il Belgio con il 53,8% e la Svezia con il 42%.

A costruire le centrali di tutto il mondo un piccolo numero di aziende che comprende la francese Areva, le americane General Electrics e Westinghouse, le giapponesi Toshiba e Hitachi. Altre aziende costruttrici sono attive in Corea, Russia e Cina.

Leggi tutto