Giappone, l'ambasciatore: "Mancano all'appello 17 italiani"

1' di lettura

Lo ha detto Vincenzo Petrone ai microfoni di SkyTG24 sostenendo però che i nostri connazionali potrebbero essere già andati via. Il diplomatico ha anche ribadito che né tra i deceduti né tra i feriti ci sono stranieri. ASCOLTA L'AUDIO

Il video dell'onda anomala
Terremoto in Giappone: l'album fotografico
Terremoto Giappone: news, foto e video. Lo speciale

Nella prefettura giapponese di Fukushima, dove si trova la centrale nucleare in cui è avvenuta un'esplosione "in questo momento, ci sono ancora cinque italiani". Mancano ancora all'appello 17 su 28 italiani, "ma che potrebbero essere già andati via". Lo ha dichiarato l'ambasciatore d'Italia a Tokyo, Vincenzo Petrone, ai microfondi di SkyTG24 ricordando che la mancanza di comunicazione non significa nulla visto il blackout nei sistemi telefonici causato dal sisma e dal succesivo tsunami, rende materialmente impossibile raggiungere tutti.
Il diplomatico italiano ha anche ribadito che la polizia giapponese lo ha rassicurato che né tra i deceduti né tra i feriti ci sono stranieri. Restano "tuttavia alcune centinaia di dispersi per i quali, per definizione, non si può sapere di che nazionalità.

Tutti gli aggiornamenti video dal Giappone

Leggi tutto