Arizona, strage a un comizio. Operata la deputata Giffords

1' di lettura

Jared Lee Loughner, 22 anni, ha aperto il fuoco durante un raduno politico a Tucson uccidendo 6 persone, tra cui una ragazzina nata l’11 settembre 2001, e colpendo alla testa la democratica pro-aborto. Le condizioni della donna restano critiche

Guarda anche:
Le foto della strage al comizio
Arizona, le ragioni della tragedia si cercano sul Web

(in fondo all'articolo tutti gli aggiornamenti sulla sparatoria in Arizona)

Gabrielle Giffords, la deputata democratica dell'Arizona gravemente ferita in una strage di sabato 8 gennaio a Tucson, continua a lottare contro la morte, anche se i medici nutrono un "cauto ottimismo".
L'America è sotto choc, a Washington le bandiere sono a mezz'asta, il presidente Barack Obama ha chiesto per lunedì alla nazione un momento di silenzio. E la politica al vetriolo viene messa sotto accusa.
I medici che l'hanno operata all'University Medical Center della città del sud dell'Arizona, hanno spiegato che la deputata "ha reagito ai comandi". La donna potrebbe farcela, ma non è affatto detto che Gabbi, come viene chiamata a Tucson da amici ed elettori, potrà tornare un giorno a una vita normale e alla politica.
Parte del cranio è esploso sotto i colpi d'arma da fuoco, e capire quali siano le lesioni esatte è difficile.

Fbi e polizia locale sono a caccia di un eventuale complice di Jared Lee Loughner, il ragazzo di 22 anni autore della strage che con un arma semi-automatica ha ucciso sei persone (tra cui una ragazzina di nove anni, Christine, nata l'11 settembre 2001), e ne ha ferite 14.
Il direttore dell'Fbi Robert Mueller ha comunque parlato di un atto isolato, spiegando che Loughner potrebbe rientrare nella casistica di un 'lupo solitario', e che la seconda persona su cui si indaga non sarebbe direttamente coinvolta nella sparatoria.
Secondo i medici dell'Umc i 10 ricoverati lì sarebbero ormai fuori pericolo, avendo lasciata l'unità di cure intensive dove si trova la Giffords. Uno di loro è stato dimesso. Per la Giffords, il dottor Peter Rhee e il dottor Michael Lemole, che l'hanno operata hanno confermato il loro cauto ottimismo, ma hanno voluto evitare qualsiasi speculazione sul futuro perché è "troppo presto, e non tutti i pazienti reagiscono allo stesso modo, anzi". "La manteniamo in coma artificiale, e ogni tanto la svegliamo per vedere come sta. La paziente, che non è in grado di parlare, ha reagito ai comandi, ed è un buon segnale, soprattutto così rapidamente. Per questo un cauto ottimismo è legittimo", anche se per un recupero totale in casi di questo tipo "ci vogliono mesi se non anni".

Chi è Gabrielle Giffords - La Giffords, rappresentante dell'Arizona al Congresso ha 40 anni e nel mese di novembre è stata rieletta per il terzo mandato.
La democratica, inoltre, è nella "target list" di Sarah Palin. L'ex governatore dell'Alaska ed ex candidata alla vicepresidenza ha infatti stilato un elenco di avversari da sconfiggere politicamente "per la loro responsabilità nel disastro" rappresentato dal voto con cui il
Congresso aveva approvato la riforma sanitaria.
La Giffords, conosciuta per il suo impegno a favore dell'aborto, votò anche a favore della ricerca sulle cellule staminali embrionali e contro i sussidi alle compagnie petrolifere. E, inoltre, una sostenitrice delle energie rinnovabili.
La deputata democratica è sposata con l'astronauta Mark Kelly, comandante della missione dello shuttle Sts 134 il cui lancio è previsto in aprile e della quale fa parte l'astronauta italiano dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) Roberto Vittori.

Leggi tutto