Maltempo, ora il caos si sposta in Russia e Stati Uniti

1' di lettura

Dopo i disagi che hanno riguardato nei giorni scorsi le principali capitali europee, gelo e nevicate paralizzano Mosca e le città americane. Annullati migliaia di voli. LE PREVISIONI

SEGUI LE PREVISIONI METEO
Parigi, cenone e messa di Natale in aeroporto: FOTO
L'Italia e l'Europa sotto la neve: FOTO

Dal Maine alla Virginia, tutto il nord-est degli Stati Uniti sarà completamente imbiancato nelle prossime ore, stando alle previsioni che annunciano l'arrivo di una 'grande nevicata' la cui attesa ha già fatto scattare misure preventive, come la cancellazione di migliaia di voli, soprattutto interni e regionali.

Europa ok, problemi in Russia - Mentre in Europa la situazione sembra essere rientrata definitivamente alla normalità dopo il 'Natale in aeroporto' a Parigi e i molti disagi nel continente. Unica eccezione lo scalo moscovita di Domodedovo chiuso questa mattina a causa di un black-out provocato da pesanti nevicate, che ha lasciato a terra migliaia di passeggeri.

Neve a Boston, New York, Filadelfia -
Secondo il servizio meteo nazionale Usa, che ha lanciato un allarme in vigore fino alle 18:00 locali di lunedì 27 dicembre, potrebbero cadere fino a 40 centimetri di neve in alcune aree e ci potrebbero essere forti venti con punte di fino a 100 chilometri orari. Dovrebbe nevicare in grandi città come Boston, New York, Filadelfia e Washington, con possibili forti disagi negli aeroporti che servono l'area. Problemi anche ad Atlanta, in Georgia, a causa dei forti venti, dove ha nevicato il giorno di Natale (e non succedeva dal 1882).

Migliaia di voli cancellati - Secondo il sito specializzato NYCAviation, la Delta ha cancellato oltre 800 voli, UsAirways circa 400 e Continental circa 200. L'allerta maltempo sulla costa est degli Stati Uniti 'spaventa' anche i commercianti che puntano sulla stagione dei saldi al via oggi, per risollevare le sorti di un periodo non proprio proficuo.
Ma non avranno nulla da temere se il popolo dello shopping d'oltreoceano si mostrerà determinato come quello britannico: freddo polare e sciopero della metropolitana non hanno infatti fermato l'assalto ai saldi a Londra nel 'Boxing Day', tradizionalmente l'avvio degli sconti di fine anno nel Regno Unito.

Allarme rientrato a Francoforte - Finito il panico a Francoforte, Zurigo e Bruxelles dove molti viaggiatori erano stati costretti a 'rivedere' i loro programmi per il giorno e la vigilia di Natale bloccati da neve e voli cancellati.
All'aeroporto parigino di Roissy-Charles de Gaulle l'attesa si era addirittura trasformata in una festa per i più piccini. A rischio rimane solo Mosca dove, dopo la chiusura dello scalo di Domodedovo, disagi e cancellazioni di voli si sono registrati anche al secondo aeroporto, Sheremetyevo.

Leggi tutto