Londra, Parigi e Francoforte: tutti a terra per il maltempo

1' di lettura

La neve e il gelo hanno causato un'altra giornata di passione per i viaggiatori: centinaia di voli cancellati, in tilt anche i treni. Per le condizioni meteo è stata chiusa la Tour Eiffel. Alitalia rimborsa i biglietti: ecco come. LE PREVISIONI

SEGUI LE PREVISIONI METEO

Londra innevata: FOTO
L'Italia e l'Europa sotto la neve: FOTO
Da Ostia al Colosseo: anche Roma è sotto la neve

E due: dopo le 24 ore di disagio, vissute da migliaia di turisti e viaggiatori, si è replicato  anche domenica 19 dicembre, non solo in Italia. Londra, Parigi, Francoforte: gran parte degli aeroporti è stata paralizzata dal maltempo, che ha così rovinato uno dei week end in cui solitamente gli scali registrano il maggior traffico di viaggiatori.

Caos nei cieli in Gran Bretagna - A Londra, lo scalo internazionale di Heathrow ha riaperto le piste ma solo in teoria: nessun volo in arrivo è riuscito ad atterrare e solo a pochi jet è stato concesso il decollo. Tutta colpa del ghiaccio che si è formato nel corso della notte nei parcheggi degli aerei e che ha reso pericoloso qualsiasi spostamento dei 'bestioni dell'aria'. Non solo a Heathrow il traffico si è fermato: Gatwick, il secondo aeroporto di Londra, ha riaperto con ritardi e voli soppressi. A Birmingham un volo per Islamabad è rimasto fermo sulla pista per oltre sei ore: "La gente ha avuto attacchi di panico. Chi vomitava, chi accusava dolori al petto, e ugualmente non ci hanno fatto scendere", ha detto alla Bbc Marium Hassain, un passeggero. Disagi per tutti: perfino Madonna è rimasta coinvolta quando il suo volo da New York che doveva atterrare a Heathrow è stato dirottato a Stansted e la pop star ha intrattenuto i compagni di viaggio facendo yoga nel corridoio della business class mentre il jet restava fermo sulla pista.

In tilt anche i treni - Non è andata bene neanche a chi aveva scelto di viaggiare in treno. Sei Eurostar che collegano la Gran Bretagna alla Francia e al Belgio passando sotto la Manica sono stati cancellati "a causa delle condizioni climatiche difficili nel Regno Unito", hanno reso noto le ferrovie francesi Sncf, aggiungendo che non ci sono più biglietti da mettere in vendita fino a lunedì 20 dicembre. I convogli soppressi collegano in andata e ritorno Londra a Parigi (quattro viaggi in tutto) e Londra a Bruxelles (due viaggi). Per quanto riguarda gli altri treni sul continente, la Scnf prevede ritardi fino a un'ora e mezza sia in territorio francese che tra la Francia e il Benelux.

Problemi in tutta Europa - In Germania all'aeroporto di Francoforte i voli cancellati sono stati 560 mentre si preparano nuove forti nevicate. Un centinaio i voli soppressi a Monaco per lo più per problemi in altri scali come Amsterdam, Parigi, Bruxelles. 700.000 persone avrebbero dovuto transitare nei due maggiori aeroporti di Parigi. Qui la Tour Eiffel è stata chiusa e un concerto di Lady Gaga cancellato. Roissy Charles de Gaulle ha funzionato al 60 per cento mentre a Orly è andata meglio: solo il 20 per cento dei voli è stato annullato.

Polemiche in Gran Bretagna - Per la Gran Bretagna, dove gli inverni sono solitamente miti, l'ondata di freddo è inusuale e questo spiega in parte perché gli aeroporti - e non solo (per problemi di trasporti su strada gli scaffali dei supermercati erano semivuoti) - si sono fatti trovare impreparati. Ma l'anno scorso è stato l'inverno più freddo in 30 anni e questo dicembre ha le carte in regola per essere il peggiore dal 1910 (con previsioni per lunedì 20 dicembre di un gelido meno sei gradi centigradi a Londra). Il governo Cameron, attaccato dai laburisti secondo i quali il caos nei trasporti di questi giorni è un altro effetto dei tagli alle spese, ha incassato il colpo: "Dobbiamo ripensare tutto. Negli ultimi decenni non ci era capitato di far fronte a situazioni simili", ha ammesso il ministro degli esteri William Hague mentre l'Inghilterra si scopriva sempre di più isola.

Alitalia rimborsa i biglietti - E proprio a causa del maltempo, Alitalia ha dovuto cancellare tutti i voli da e per Londra Heathrow. Ai passeggeri che a causa del maltempo sono stati coinvolti da ritardi o cancellazioni, la compagnia garantisce il rimborso integrale del biglietto o la possibilità di richiedere un cambio di prenotazione, senza penali, da effettuarsi entro il 20 dicembre. Alitalia raccomanda ai propri passeggeri di consultare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto, contattando il Numero Verde 800.650055, il call center Alitalia al numero 06.2222 o visitando la sezione "stato del volo" del sito alitalia.it.

Leggi tutto