Neve e freddo: l'Europa bloccata

(Credits: Kika)
1' di lettura

Gravissimi disagi negli aeroporti londinesi. In Polonia il gelo ha causato 93 morti e ha paralizzatoi treni. E sulle autostrade olandesi si registrano 500 chilometri di code. GUARDA LE PREVISIONI METEO

SEGUI LE PREVISIONI METEO

Londra innevata: FOTO
L'Italia e l'Europa sotto la neve: FOTO
Da Ostia al Colosseo: anche Roma è sotto la neve

Non solo Italia. L'ondata di gelo e neve sta paralizzando l'Europa a una settimana dal Natale, con gravi disagi nei trasporti dalla Gran Bretagna alla Bulgaria. A risentirne sono soprattutto i collegamenti stradali e ferroviari, ma anche quelli marittimi e aerei. Allerta in Irlanda e Regno Unito dove continua a nevicare e in molte zone le temperature potrebbero scendere fino a -8.

Gravissimi disagi negli aeroporti londinesi: chiuso fino a domenica 19 l'aeroporto internazionale di Heathrow. Quello di Gatwick ha riaperto dopo cinque ore nella serata di sabato 18, grazie a una squadra di 120 persone che è riuscita a rimuovere la neve dalle piste.

Chiusi anche gli scali di Luton, Stansted e Birmingham. In Gran Bretagna un quinto dei treni è stato soppresso o ha subito forti ritardi. In Polonia il gelo ha fatto 93 morti e ha paralizzato i trasporti ferroviari. L'opposizione ha chiesto le dimissioni del ministro dei Trasporti, Cezary Grabarczyk, che si è dovuto scusare in Parlamento. Alcuni treni sono rimasti bloccati per diverse ore nelle campagne con centinaia di passeggeri senza riscaldamento, né viveri. In Germania, all'aeroporto di Francoforte, sono stati cancellati 400 voli su 1400 con migliaia di passeggeri rimasti bloccati a terra nella notte.

Disagi anche a Berlino con 100 voli cancellati e alcune strade bloccate dalla neve. Forti disagi anche in Olanda, dove si sono formati 500 chilometri di code sulle autostrade ricoperte di ghiaccio. Due importanti gallerie sono state chiuse per il gelo e incidenti. Decine di voli soppressi o ritardati all'aeroporto di Amsterdam. In Svizzera, lo scalo di Ginevra è rimasto chiuso diverse ore e sono stati annullati 122 voli solo nella giornata di venerdì.

A Zurigo si sono registrati ritardi fino a due ore e 166 voli sono stati soppressi. In Francia, problemi soprattutto nel nord-ovest, dove la circolazione ferroviaria è stata fortemente rallentata. Un quarto dei voli in partenza domani dall'aeroporto parigino Charles de Gaulle è stato cancellato. Problemi anche per gli Eurostar che collegano Londra con Parigi e Bruxelles: i treni ad alta velocità hanno subito ritardi e rallentamenti. Abbondanti nevicate anche nel sud-est europeo: in Grecia e soprattutto in Bulgaria, dove e' stata chiusa la principale autostrada del Paese e molti centri abitati non hanno né acqua né corrente elettrica.

Leggi tutto