Mandato di cattura internazionale per Assange

Il fondatore di Wikileaks Julian Assange
1' di lettura

L'interpol annuncia di voler arrestare il fondatore del sito di controinformazione ricercato in Svezia per un'inchiesta di stupro. L'Ecuador intanto gli ritira l'offerta di ospitalità

Guarda anche:
Le pagelle degli Usa ai leader mondiali (FOTO)
L'intervista di SkyTG24 al ministro Frattini
Vendola: Wikileaks fa luce negli scantinati del potere. Intervista
I documenti sui siti dei quotidiani occidentali
L'America e l'Iran: leggi le informazioni dei dossier riservati


L'Interpol ha annunciato di aver emesso un mandato d'arresto internazionale per Julian Assange, fondatore di Wikileaks, ricercato dalla Svezia nel quadro di un'inchiesta per "stupro ed aggressione sessuale".  Il team di avvocati che difende Julian Assange ha presentato ieri appello alla Corte Suprema di Stoccolma contro la misura. Lo riferiscono i media locali. La decisione della Corte è attesa "nelle prossime ore, ma non escludo l'inizio della prossima settimana", fanno sapere fonti del tribunale.

Intanto l'Ecuador ha ritirato l'offerta di ospitalità a Julian Assange. Il presidente Rafael Correa ha affermato che il fondatore di Wikileaks "ha commesso un errore nell'infrangere la legge degli Stati Uniti e nel divulgare questo tipo di informazioni". Correa, alleato di Bolivia e Venezuela nel blocco sudamericano di sinistra, non ha commentato l'offerta di ospitalità e di un permesso di residenza avanzata poche ore prima dal suo ministero degli Esteri, ma ha affermato che non c'è stato alcun invito ufficiale" ad Assange. Il presidente dell'Ecuador ha però accusato gli Stati Uniti di aver "distrutto la fiducia degli alleati con tutto lo spionaggio" che trapela dai documenti di Wikileaks e ha ordinato all'intelligence di verificare le implicazioni dei cablogrammi diplomatici Usa per il suo Paese.

La madre di Julian Assange, che vive in Australia, si è detta angosciata per il mandato di arresto. Christine Assange, che abita in Queensland dove dirige un teatro di burattini, ha detto alla radio nazionale Abc di essere molto preoccupata per il figlio, che non vuole che sia "inseguito e imprigionato". "E' mio figlio e lo amo, ovviamente non voglio che sia inseguito e imprigionato. Reagisco come farebbe ogni madre. Sono angosciata", ha detto. "Molte cose sono state scritte su di me e su Julian che non sono vere", ha aggiunto.

Assange, 39 anni, è nato a Townsville in Queensland ed ha fatto perdere la sue tracce da quando Wikileaks ha cominciato a pubblicare più di 250 mila documenti segreti del Dipartimento di Stato Usa.

Leggi tutto