La Clinton: "Berlusconi è il miglior amico degli Usa"

Hillary Clinton
1' di lettura

Il premier italiano è in Kazakistan per il vertice dell'Osce. Incontro con il segretario di stato americano che ha rinnovato la fiducia degli Usa nell'Italia

"Non abbiamo amico migliore. Nessuno sostiene l'amministrazione americana con la stessa coerenza con la quale in questi anni Berlusconi ha sostenuto le amministrazioni Bush, Clinton e Obama". Lo afferma il segretario di Stato americano, Hillary Clinton, rivolgendosi al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, al termine di un colloquio durato più di mezz'ora a margine del vertice Osce in corso ad Astana, in Kazakhstan. "Berlusconi ha garantito in Afghanistan un sostegno generoso, ha lavorato in Europa con Sarkozy per la stabilizzazione della Georgia." Sui contenuti del colloquio non è trapelato nulla, probabile che si siano affrontati temi della collaborazione tra Italia e Stati Uniti, in particolare dopo alcune rivelazioni riportate da Wikileaks relative al Premier.

Nei documenti svelati da Wikileaks nei giorni scorsi erano presenti alcuni dispacci inviati dall'ambasciata americana a Roma nei quali Berlusconi veniva definito ""incapace, vanitoso e inefficace come leader europeo moderno" e si sottolineava la "sfiducia profonda che suscita a Washington".


Guarda anche:
I segreti svelati da Wikileaks
Mandato di cattura per Julian Assange
Hillary Clinton affronta il dopo Wikileaks

Leggi tutto