Ressa infernale in Cambogia, decine di vittime. Video

Un ferito trasportato a braccio a Phnom Penh dopo la calca
1' di lettura

Si aggrava di ora in ora il bilancio di una calca che si è creata sul ponte che collega la capitale Phnom Penh alla Diamond Island. La tragedia è avvenuta mentre si stava festeggiando l'annuale Festa dell'Acqua

Sale di ora in ora il bilancio delle persone rimaste uccise nella calca provocata da una crisi di panico scoppiata fra la folla che partecipava alla festa dell'acqua a Phnom Penh. In tutta la capitale cambogiana si è sentito il suono delle ambulanze che trasportano negli ospedali i feriti, molti dei quali hanno perso conoscenza.

Il panico fra la folla si è scatenato su un ponte sul fiume Tonle Sap al termine di un concerto che si svolgeva sull'isola Koh Pich (diamante). Il vice primo ministro Sar Kheng, che è anche titolare del dicastero degli Interni, si sta dirigendo sul posto. La tragedia è avvenuta mentre si festeggia nella capitale cambogiana l'annuale Festa dell'Acqua, che quest'anno cadeva fra il 20 e il 22 novembre. Si calcola che almeno due milioni di persone siano  giunte nella capitale da tutto il paese per assistere alle tradizionali regate sul fiumi Mekong e Tonle Sap. La festa si svolge  in occasione della luna nuova fra ottobre e novembre per festeggiare il cambio della direzione della corrente nel fiume Tonle Sap, che collega l'omonimo lago al Mekong. il fenomeno, dovuto alle piogge monsoniche, amplia enormemente il bacino del lago facendone una zona di pesca di estrema importanza per l'economia dell'intero paese.

Guarda anche:
Il precedente, la ressa di Duisburg alla Love Parade

Leggi tutto