Obama: "Con la Russia intesa sullo scudo anti-missili"

1' di lettura

L'annuncio in conferenza stampa al vertice Nato a Lisbona. Il premier Berlusconi: "Ho tessuto io la tela per far avvicinare il presidente Usa e il leader del Cremlino Medvedev". Raggiunta l'intesa sul ritiro dall'Afghanistan entro il 2014

Guarda anche:
Vertice Nato: Via dall'Afghanistan entro il 2014
Arrestati 40 attivisti anti-Nato: le foto

Accordo sullo scudo anti-missili - Rapporti mai così forti tra Stati Uniti e Russia. A dirlo il presidente americano Barack Obama nella conferenza stampa della seconda giornata del vertice Nato a Lisbona. Con la Russia, ha spiegato Obama, "abbiamo raggiunto un accordo per cooperare sulla difesa missilistica". Da Lisbona, ha detto ancora, è arrivato anche un grande incentivo a ratificare rapidamente il Trattato Start Usa-Russia sul disarmo nucleare, e non farlo, ha detto "sarebbe un errore profondo", ricordando che anche i paesi dell'ex Urss si sono detti favorevoli.

Berlusconi: "Ho mediato tra Medvedev e Obama"
- Nella conferenza stampa finale è intervenuto anche il presidente del Consiglio italiano Silvio Berlusconi, insieme a ministri della Difesa Ignazio La Russa e degli Esteri Franco Frattini. "Ho tessuto io la tela per far avvicinare il presidente Usa Obama e il leader del Cremlino Medvedev" dopo "il grande freddo" degli ultimi anni dell'amministrazione Bush, ha detto il premier.

"Italia terzo Paese per truppe in Afghanistan"
- Berlusconi ha parlato anche della missione dei militari italiani in Afghanistan . "Con l'invio di altri 200 addestratori - ha detto - l'Italia si avvia a diventare con i suoi 4213 militari il terzo Paese per truppe presenti in Afghanistan dopo Usa e Gb". Nell'intervento di Berlusconi non sono mancate però anche domande sulla politica interna: "I sondaggi mi danno al 56%", ha detto rispondendo ai giornalisti .
Il ministro La Russa invece ha fatto sapere che gli aerei italiani in Afghanistan non saranno armati con le bombe, ipotesi di cui si era discusso all'indomani di un attentato contro i nostri soldati in ottobre .

Via dall'Afghanistan entro il 2014 - La seconda giornata del vertice si è chiusa anche con il risultato di un accordo sulla exit strategy dall'Afghanistan . La strategia di transizione per lasciare il paese partirà all'inizio del 2011 e ha l'obiettivo di riconsegnare la sicurezza "di tutte le province" afghane alle forze locali "entro la fine del 2014".


Guarda l'intervento del premier Berlusconi alla conferenza stampa



Berlusconi e La Russa rispondono alle domande dei giornalisti

Leggi tutto