Cern, creati e intrappolati atomi di antimateria

Uno dei macchinari utilizzati per l'esperimento (foto Cern)
1' di lettura

Riflettono le caratteristiche degli atomi normali come in uno specchio: ora, i fisici del laboratorio di Ginevra cercheranno di capire come hanno interagito durante il Big Bang. Una scoperta che ricorda il bestseller di Dan Brown "Angeli e demoni"

Atomi con caratteristiche opposte a quelli ordinari, al punto che per per loro si è coniato il termine "antimateria", sono stati prodotti in modo controllato dal Cern di Ginevra, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle.

Gli atomi di anti-idrogeno creati dall'ente di ricerca scientifica sono stati 38, intrappolati per 2 decimi di secondo: "Un tempo che sembra molto piccolo sulla scala umana ma che per gli atomi è lunghissimo" come ha spiegato il ricercatore Roberto Battiston.

Ora ci si chiede perchè, negli istanti del Big Bang, la natura si sia sviluppata seguendo la materia e non l'antimateria. Al Cern si confronta il comportamento degli atomi di idrogeno e degli atomi di anti-idrogeno.
La scoperta ricorda la trama del best seller dello scrittore Dan Brown "Angeli e demoni", in cui si ipotizzava di distruggere il Vaticano grazie all'antimateria.

Leggi tutto