Obama nei luoghi dell’infanzia: “Mano tesa all’Islam”

Il presidente Usa Barack Obama in visita in Indonesia
1' di lettura

"Non siamo e non saremo mai in guerra con i musulmani. Insieme dobbiamo sconfiggere insieme al Qaeda" ha detto il presidente Usa a Giacarta davanti a studenti e insegnanti. E ha sottolineato gli "enormi ostacoli alla pace in Medio Oriente". VIDEO E FOTO

Guarda anche:
Obama in Indonesia: LE FOTO
Barack Obama: l'album fotografico

Barack Obama ha invitato a lavorare per superare "i sospetti e le diffidenze" tra Islam e Occidente nel suo discorso all'Università di Giacarta. Davanti a 6mila studenti e insegnanti, il presidente americano ha cercato di riannodare il dialogo con i musulmani avviato al Cairo e offuscato dalla mancanza di progressi in Medio Oriente.

"Possiamo scegliere tra esaltare le nostre differenze e cedere a un futuro di sospetto e diffidenza, oppure affrontare il compito più duro di cercare un terreno comune e impegnarci per il progresso", ha avvertito Obama. "Ci sono stati alcuni progressi ma abbiamo ancora molto lavoro da fare", ha osservato. Il presidente Usa ha anche esortato a fare fronte comune contro il terrorismo: "Tutti noi dobbiamo sconfiggere Al Qaeda e i suoi affiliati che non possono arrogarsi il diritto di guidare alcuna religione, tanto meno una grande come l'Islam".

Da Obama è venuto un appello per la democrazia e i diritti umani in Asia, quando ha osservato che "sviluppo e democrazia si rafforzano reciprocamente" e che "non c'èmotivo per cui il rispetto dei diritti umani debba fermarsi alla frontiera di alcun Paese". Poi, con evidente allusione alle recenti elezioni-farsa in Birmania, ha sottolineato che per gli Usa "i popoli del sud-est asiatico devono avere il diritto di determinare il proprio destino".

Il presidente americano ha tessuto un elogio della trasformazione politica dell' Indonesia , che nei 40 anni trascorsi dall'ultima volta in cui l'aveva lasciata è passata dal "pugno di ferro" di Suharto alla democrazia e al pieno sviluppo. Obama si è anche lasciato andare ad alcuni ricordi personali dei quattro anni della sua infanzia vissuti in Indonesia ("è parte di me", ha assicurato), ad esempio mimando i venditori ambulanti di satay tra le risate dei giovani. Con il discorso all’Università di Giacarta si è conclusa la visita di Barack Obama. Prima di salutare il Paese della sua infanzia diretto a Seul, dove prenderà parte al G20, il presidente Usa ha sottolineato gli "enormi ostacoli" al processo di pace in Medio Oriente.

Obama parla agli studenti: il video

Leggi tutto