Afghanistan ma non solo: come cambiano i militari italiani

1' di lettura

In un libro il capo di Stato maggiore Emanuele Camporini racconta l'evoluzione del ruolo delle nostre forze armate impegnate in missioni internazionali. Giovedì 4 novembre, intanto, va in onda su Sky Uno la terza puntata di "Buongiorno Afghanistan”

Diario dall'Afghanistan: le foto
Afghanistan: L' ALBUM FOTOGRAFICO

Una rivoluzione, o quasi. Negli ultimi vent'anni le Forze armate sono state travolte da un cambiamento epocale: non più soldati di leva, ma professionisti addestrati.
E' concentrata su questa evoluzione Due pacifisti e un generale, il libro-intervista dei giornalisti Ritanna Armeni ed Emanuele Giodana a Vincenzo Camporini, capo di Stato maggiore della Difesa.
Nel volume, edito da Ediesse, Camporini si sofferma sui problemi della nostre missioni internazionali, sul rapporto tra potere e media, sul profilo umanitario di alcune operazioni ma anche sugli interventi in Iraq e in Afghanistan.

La terza puntata di Buongiorno Afghanistan - E proprio sul fronte afghano, prosegue il viaggio di Fabio Caressa tra le basi dei militari italiani impegnati nella missione di pace: "Buongiorno Afghanistan - diario di Fabio Caressa" è una produzione originale di Sky Uno in otto puntate in onda in esclusiva sul canale 109 ogni giovedì.
Nel terzo episodio, che sarà tramesso giovedì 4 novembre alle 22.30, Caressa assieme ai soldati della base di Herat parte a bordo di un C130 e di un Black Hawk americano alla volta della base avanzata di Shindand. Intanto Sergio Ramazzotti, il reporter che lo ha accompagnato durante due settimane trascorse dalla troupe in Afghanistan, si sposta verso l'avamposto Safe House, 20 chilometri a sud di Shindand nella Zeerko Valley, zona calda a rischio di attacchi dei talebani.

Leggi tutto