Obama: la sconfitta è colpa mia. Mano tesa ai Repubblicani

1' di lettura

Alle elezioni di metà mandato il presidente Usa perde la Camera, ma il Senato resta ai Democratici. "Sarò giudicato sui risultati, mi assumo la responsabilità della lentezza della ripresa economica, gli americani sono frustrati". L'INTERVENTO INTEGRALE

Guarda anche:
Le fotogallery:l'America al voto - La vittoria dei repubblicani
Barack Obama: l'album fotografico

Il fiume in piena dello scontento degli americani per Barack Obama ha spazzato via la maggioranza democratica alla Camera dei Rappresentanti e ha ridotto all'osso quella al Senato. E' la sintesi del voto di metà mandato dominato dai Repubblicani che segna un'umiliante sconfitta per il presidente, ormai privo dell'aurea dell'uomo della provvidenza. E la situazione potrebbe preludere allo stallo legislativo, quando il nuovo Congresso si insedierà a gennaio.

Obama: mi assumo ogni responsabilità - Il risultato elettorale delle consultazioni medio termine mostra che gli americani sono "profondamente frustrati" per l'andamento dell'economia del Paese. Questa l'analisi del voto fatta dal presidente Usa che nel corso della conferenza stampa per commentare il recente dato politico ha assicurato che si prenderà "la diretta responsabilità di una ripresa lenta".
"E' stata una lunga notte per molti di voi e non c'è bisogno di dirvi quanto sia stata lunga per me. Posso dirvi che, come sapete, alcune notti elettorali sono più piacevoli di altre. Alcune sono esilaranti, altre sono umilianti" ha detto Barack Obama.

Il sogno americano - Due anni dopo, Barack Obama riparte da una panorama apparentemente desolante e da un clima molto diverso da quello pieno di speranza che aveva segnato il suo ingresso alla Casa Bianca. L' America, che ha consegnato la Camera ai Repubblicani e ridimensionato con forza il potere dei Democratici, è un paese che non sa più sognare, impaurito da una crisi economica che sembra non dover finire e che segue con grande difficoltà il giovane presidente che aveva fatto del cambiamento e della speranza i sentimenti su cui fondare il suo approccio alla politica.
Eppure, la sconfitta, anche se pesante, non è quella disfatta che in molti, anche nelle stanze della casa Bianca, temevano. Il voto degli elettori è chiaro ed è un segnale forte ad Obama, ma è un avvertimento che può aiutare il primo presidente di colore americano a correggere la rotta in vista delle presidenziali del 2012.

Ascolta il discorso di Obama sui risultati del voto


Leggi tutto