Cile: salvo Dr. House, il minatore atteso da moglie e amante

Le operazioni di salvataggio dei minatori cileni
1' di lettura

Yonni Barrios è stato l'infermiere dei Los33. Quando gli operai sono rimasti intrappolati due donne si sono presentate al campo reggendo la foto dello stesso uomo. Ora che è stato estratto dovrà dare qualche spiegazione...

Le immagini - Le prime foto di agosto
Il secondo minatore in salvo: "Non trattateci da artisti"
In fondo all'articolo tutti i video

Dai 700 metri di profondità di San Josè, che per 3 mesi sono stati come una prigione, non emergono solo i 33 minatori cileni. In alcuni casi vengono fuori anche le loro storie private e i segreti con cui una volta tornati alla normalità gli operai dovranno fare i conti.

La prova più difficile spetta senza dubbio a Yonni Barrios, 50 anni. Subito dopo il crollo del 5 agosto, tutti i parenti degli operai si sono presentati al campo "Esperanza" reggendo tra le mani una fotografia del proprio caro rimasto intrappolato. Due donne però sono accorse con la stessa immagine, quella di Yonni. Una era la moglie, l'altra sosteneva di essere l'amante.
Quando le due si sono ritrovate faccia a faccia è scattata una furiosa litigata che ha avuto come teatro la mensa dell'accampamento. Da allora nessuno le ha più viste in pubblico.

Vita privata a parte, Yonni Barrios ha svolto un ruolo fondamentale in questi mesi, tanto da guadagnarsi il soprannome di Dr. House, in onore del suo telefilm preferito. Grazie all'esperienza fatta curando la madre malata di diabete si è occupato della salute dei colleghi. Gli è bastato seguire le istruzioni che arrivavano dai medici in superficie collegati in videoconferenza per somministrare medicine e fare prelievi di sangue ai suoi compagni di sventura.
Estratto per 21esimo, anche Yonni è uscito sano e salvo dalla miniera. A attenderlo, all'uscita, alla fine si è presentata solo l'amante.

Per una coppia in difficoltà ce n'è un'altra che si consolida. E' il caso di Claudio Yanez che dal sottosuolo ha accettato la proposta di matrimonio della fidanzata, Cristina Nunez. I due stanno insieme da dieci anni e quando per la prima volta avevano parlato di nozze lui aveva rifiutato. "Volevo che fossimo preparati al grande passo. Adesso lo siamo", ha detto al Daily Telegraph.

Due storie che basterebbero per tessere la trama di un film. Non a caso, i Los 33, come vengono chiamati, stanno dedicando le ultime ore nel sottosuolo a definire nei dettagli la maniera migliore per far fruttare al massimo la loro tragica e straordinaria esperienza di sopravvivenza. In particolare, hanno chiesto a un avvocato di preparare un  contratto per dividersi equamente tutti i proventi che arriveranno da  film, libri e tv.

L'unico ad avere qualche perplessità è stato proprio Yonni Barrios, che in un messaggio ha scritto: "Abbiamo già ricevuto tante offerte per essere ripresi e intervistati dalla tv nazionale. Ma non accettiamo perché vogliamo dare vita a una fondazione e tutte le nostre esperienze quotidiane nel sottosuolo finiranno in un libro e in altri progetti".

Tutte le immagini delle operazioni di salvataggio

Leggi tutto