Cile, la trivella raggiunge i minatori intrappolati

1' di lettura

La macchina perforatrice ha abbattuto l'ultimo strato di roccia e ha aperto il varco della salvezza sul pozzo dove 'los 33' sono rinchiusi da 63 giorni a 624 metri di profondità. Per estrarre gli operai, adesso, occorreranno dai tre agli otto giorni

Cile: guarda le foto dei minatori

La trivella che scava il pozzo di salvataggio nella miniera di San José, in Cile, ha completato il lavoro e ha raggiunto i 33 operai sepolti dal 5 agosto.
Gli ingegneri dovranno ora decidere se puntellare il pozzo con cerchi di metallo (nell'intero percorso o solo in alcuni tratti) per renderlo più sicuro.
Terminata questa operazione, comincerà il salvataggio vero e proprio attraverso una capsula che verrà calata nel cunicolo.
Secondo i familiari dei minatori la trivella T-130 del 'Piano B', ha abbattuto l'ultimo strato di roccia e ha aperto il varco della salvezza sul pozzo dove 'los 33' sono rinchiusi da 63 giorni a 624 metri di profondità, in seguito al crollo in miniera avvenuto il 5 agosto.
Il suono delle sirene ha salutato l'attesa conclusione dello scavo del tunnel, immediatamente accompagnato dal coro da stadio dei familiari nel campo 'Esperanza' che, abbracciandosi l'un l'altro hanno scandito "Ci-ci-ci,le, le le".
Secondo le autorità, ora occorrerà altro tempo, dai 3 agli 8 giorni, per mettere in sicurezza il tunnel scavato, all'interno del quale scorrerà la capsula-ascensore che riporterà in superficie, uno per volta, i 33 minatori.

Leggi tutto